Escursionisti bloccati in canalone al limite dell’ipotermia: salvati dopo ore dal Soccorso alpino Calabria e di quello della Guardia di finanza

I due erano finiti in fondo ad un lungo canalone, zuppi d'acqua e al limite dell'ipotermia: sono stati ritrovati da due squadre congiunte del Soccorso alpino e Sagf

MeteoWeb

Due escursionisti, dopo aver raggiunto la cima di Timpone Viggianello nel ritornare al punto di partenza a Timpone del Dragone, sul Pollino, hanno perso il sentiero anche a causa del forte temporale che li ha sorpresi lungo la via del ritorno. I due erano finiti in fondo ad un lungo canalone, zuppi d’acqua e al limite dell’ipotermia e hanno chiamato il 112 per chiedere aiuto. La complessa operazione di soccorso ad opera del Soccorso alpino e speleologo Calabria e Basilicata e del Soccorso alpino della Guardia di finanza è iniziata ieri pomeriggio e si è conclusa solo stamattina, fortunatamente in modo positivo.

Grazie alle istruzioni impartite dai soccorritori, i dispersi sono riusciti ad inviare le proprie coordinate. Sono stati ritrovati da due squadre congiunte del Soccorso alpino e Sagf per un totale di 24 tecnici, che non senza fatica, sono riusciti a recuperare gli escursionisti e consegnarli all’ambulanza dopo esser riusciti a risalire tutto il lungo canalone e dopo aver fatto loro indossare nuovi indumenti e gilet termici.