Le Previsioni Meteo per mercoledì 19 agosto: il caldo concede una tregua, freschi e tesi venti da Nord con qualche temporale

Cavo nord-atlantico verso l’Est Europa, con instabilità più fiacca e localizzata. La circolazione, tuttavia, si farà temporaneamente più mite settentrionale con un certo calo termico. I dettagli

MeteoWeb

Previsioni Meteo – La fase più perturbata legata all’incursione sul bacino settentrionale del Mediterraneo di un cavo instabile nordatlantico,  dovrebbe esaurirsi entro oggi,  dopo i diversi temporali anche forti e violenti nelle ultime ore su molte aree settentrionali e ancora altri possibili, nelle ore pomeridiane, sebbene più irregolari e localizzati, sull’alto Adriatico, sul Veneto occidentale, su Alpi e Prealpi centro orientali, sul Levante Ligure, su Centro Nord ed Est Toscana, Emilia Romagna e poi lungo i settori adriatici centro-meridionali. Via via, infatti, il cavo evolverà sempre più verso l’Est Europa, con svuotamento progressivo delle vorticità più intense a esso legate e diminuzione delle potenzialità instabili sul nostro territorio. Entro la giornata di domani, mercoledì 19 agosto, il fulcro depressionario si sarà portato sulla Romania e, sull’Italia, avanzerà progressivamente l’alta pressione. Tuttavia, in questa fase di passaggio tra l’azione instabile e il recupero anticiclonico, la circolazione si porrà temporaneamente dei quadranti settentrionali, con afflusso di aria più fresca in via generale su gran parte della penisola,  quindi con moderato e generale calo termico, questa volta più apprezzabile al Centro Sud, sebbene non eclatante.

 Insomma, prossime 24-48 ore, con attenuazione della calura sulle regioni centro-meridionali e valori in calo, mediamente, di 2/4°C, calo più apprezzabile sulle aree peninsulari, meno sulla Sicilia.  Dalla mappa anomalie temperature, primo dettaglio a sinistra, si evince bene come i valori potrebbero portarsi in questa fase diffusamente nella norma del periodo su gran parte dell’Italia, aree in bianco, ma potrebbero anche scendere leggermente sotto la media, in particolare sulle aree adriatiche centrali, su quelle centrali appenniniche e fino al nord Puglia, Nord Est Campania e Nord Lucania, aree con colorazione in blu. Temperature in calo anche sull’estremo Sud e sulle Isole maggiori, ma in misura minore, specie sui settori insulari, qui ancora sopra media, in particolare sulla Sicilia. Leggero sopra media anche al Nord Ovest, sull’alto Tirreno e sulle Alpi e Prealpi orientali. Le massime in linea generale sui settori pianeggianti peninsulari, potrebbero contenersi sotto i +30°C o intorno ai +30 °C in gran parte, magari verso i +32/+33°c solo sulle pianure del medio Tirreno, tra Lazio e Toscana. Sulle isole maggiori, invece, specie in Sicilia, potrebbero ancora raggiungere i +35/+36°C di picco, tuttavia in ridimensionamento rispetto ai +38/+39° precedenti. Abbiamo accennato all’instabilità che risulterebbe, per domani, mercoledì 19, più localizzata, maggiormente probabile, ma in forma irregolare, sul medio-basso Adriatico, localmente su Campania, Lucania e Calabria centro settentrionale e tirrenica. Qualche temporale occasionale sul Nord Toscana, Massa-Carrara, Lucchese, e qualcuno sul Friuli e Alpi-Prealpi centro orientali. Altrove bel tempo prevalente. Da evidenziare anche una più sostenuta ventilazione settentrionale, riquadro a destra immagine interna, soprattutto sui bacini centrali, sia adriatici che tirrenici, sull’alto Tirreno,  tra il Golfo Ligure largo e il Mare di Corsica, lungo le coste ioniche calabresi e  sui Canali e Mari delle isole maggiori.