Il maltempo flagella il Nord: nubifragi, grandine, smottamenti e allagamenti in Lombardia, uomo colpito da fulmine nella Bergamasca. Esonda l’Isarco in Trentino, evacuazioni [FOTO e VIDEO]

Il maltempo continua a sferzare buona parte d'Italia nell'ultima domenica di agosto: tanti i danni a causa dei forti temporali, un uomo è stato colpito da un fulmine

  • Friuli Venezia Giulia
    Friuli Venezia Giulia
  • Besana in Brianza (Lombardia)
    Besana in Brianza (Lombardia)
  • Lazise (Veneto)
    Lazise (Veneto)
  • Grassobbio (Lombardia)
    Grassobbio (Lombardia)
  • Besana in Brianza (Lombardia)
    Besana in Brianza (Lombardia)
  • Lazise (Veneto)
    Lazise (Veneto)
  • L'Isarco
    L'Isarco
  • L'Isarco
    L'Isarco
  • Friuli Venezia Giulia
    Friuli Venezia Giulia
  • Friuli Venezia Giulia
    Friuli Venezia Giulia
  • Friuli Venezia Giulia
    Friuli Venezia Giulia
  • Casaline di Preturo
    Casaline di Preturo
  • Casaline di Preturo
    Casaline di Preturo
/
MeteoWeb

Il maltempo non dà tregua al Centro-Nord nell’ultima domenica di agosto. Oltre ai nubifragi in Toscana e alla violenta grandinata ad Ancona, con chicchi grandi come noci, forti temporali hanno colpito la Lombardia, con nubifragi, grandine e forte vento in mattinata (vedi foto della gallery scorrevole in alto e video in fondo all’articolo). Una forte grandinata si e’ abbattuta sulla zona a nord della provincia di Bergamo, in particolare in Valcavallina e l’Alto Sebino. Pioggia e la grandine hanno causato anche allagamenti e problemi sulla statale 42, dove i volontari si sono messi al lavoro per ripristinare la viabilita’ all’altezza di Endine.

Un uomo di 47 anni e’ stato colpito da un fulmine mentre si trovava nel bosco della Valle dell’Inferno, sopra Ornica, nella Bergamasca. A dare l’allarme sono stati dei passanti che lo hanno visto a terra. La centrale del soccorso alpino ha inviato sul posto le squadre, l’automedica e l’ambulanza. I soccorritori – undici i tecnici impegnati, piu’ l’e’quipe sanitaria – lo hanno raggiunto, stabilizzato e portato all’ambulanza. Al momento dell’intervento era in corso un forte temporale tanto che non e’ stato possibile per l’elisoccorso di Sondrio alzarsi in volo. L’uomo e’ stato portato in ospedale, al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. L’intervento si e’ concluso alle 15.

Tanti i danni per le condizioni meteo avverse in provincia di Lecco. Detriti e fango si sono riversati nel rione Laorca di Lecco, nella parte alta della citta’, scendendo lungo le strade interne per poi finire sulla strada provinciale. Cantine e garage allagati. In Brianza, a Vigano’ (Lecco) un fulmine ha colpito un albero all’altezza dell’ufficio postale. In Valvarrone al confine con Vestreno (Lecco) e’ avvenuto uno smottamento sulla strada provinciale 67, dove sono in corso le operazioni di pulizia. A Cassago Brianza e ai Piani Resinelli (Lecco) si sono scaricate delle forti grandinate mentre violenti temporali hanno creato anche allagamenti lungo la strada statale 36 da Abbadia (Lecco) in direzione Lecco.

La statale 36 racc ‘Raccordo Lecco Valsassina’ è provvisoriamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni dal km 0 al km 9,015. L’interdizione si è resa necessaria per l’allagamento della galleria Valsassina, al km 1, nel territorio comunale di Lecco, a seguito delle forti piogge che hanno interessato la regione nelle scorse ore. Lo rende noto l’Anas. La viabilità per Lecco è temporaneamente indirizzata sulla provinciale 62. “Sul posto sono presenti il personale Anas e le forze dell’ordine per ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile”.

Maltempo Trentino: fiume Isarco esonda a Chiusa ed Egna, evacuazioni

Nelle citta’ di Chiusa si e’ verificata un’esondazione del fiume Isarco. La Protezione civile ha invitato la popolazione a lasciare le strade e le piazze pubbliche, e a portarsi nei piani superiori degli edifici. L’autostrada A22 del Brennero e la ferrovia del Brennero sono interrotte. L’autostrada e’ stata chiusa tra San Michele e Bolzano. L’ondata di piena sta raggiungendo l’abitato di Egna. I residenti di alcune strade del Comune di Egna vengono preventivamente evacuati: via Stazione, via San Rocco, vicolo Nuovo, via Isola di Sopra, via Isola di Sotto, via Josef Maria Pernter, zona artigianale Sud e zona artigianale Nord. Gli evacuati sono invitati a trovare riparo presso parenti. E’ anche a disposizione come alloggio di emergenza la palestra della scuola media. In valle Isarco il traffico intenso sull’autostrada e sulla strada statale rende difficile l’istituzione del servizio sostitutivo con autobus.

Anche in Bassa Atesina la situazione e’ molto critica; vengono effettuati controlli continui per decidere se anche qui e’ necessaria la chiusura della linea ferroviaria.

Disagi anche sulla linea ferroviaria della Trento-Male’, dove la pioggia ha causato un piccolo smottamento nei pressi di Cles. Nessun mezzo e’ stato colpito: il macchinista ha infatti arrestato la corsa appena si e’ accorto dei detriti sui binari. Treni fermi, dunque, e corse sostituite da autobus. C’e’ grande attenzione per il fiume Sarca, dove gia’ ieri sera, alla foce, sul lago di Garda, sono state installate reti per 600 metri in modo da contenere il materiale trasportato dalla corrente ed evitare pericoli alla navigazione. Anche il fiume Adige viene tenuto sotto costante osservazione.

In tutto l’Alto Adige si sono verificate frane su numerose strade provinciali e quindi diverse chiusure di strade. Tra le statali, quella del Brennero (SS12) presso Campodazzo, la statale (SS51) tra Dobbiaco e Carbonin presso Landro e la statale in Valle Aurina (SS621) a Predoi sono attualmente chiuse al traffico a causa di smottamenti o esondazioni di torrenti. Sulla statale della Val Pusteria tra Valdaora e Monguelfo si è resa necessaria la creazione di un senso unico alternato. La strada statale per il Passo Palade (SS238) e la strada statale della Val Sarentino (SS501) sono di nuovo aperte. I vigili del fuoco volontari hanno effettuato oltre 200 interventi, in cui sono state coinvolte in totale quasi 3.000 persone. “Era giusto dichiarare venerdì lo stato di protezione civile Alfa e quindi mettere in guardia la popolazione e attivare i servizi di emergenza. Forse è anche per questo che siamo riusciti a evitare il peggio e a limitare i danni’‘, afferma il direttore dell’agenzia della Protezione civile Rudolf Pollinger.

A L’Aquila, vasto incendio e nubifragio in poche ore

Un vasto incendio ha interessato, dalla tarda mattinata fino a poco fa, la frazione di Casaline di Preturo, alle porte dell’Aquila. Sul posto hanno operato otto squadre della Protezione civile e almeno quattro dei vigili del fuoco. Il forte vento ha reso le operazioni piu’ complesse. La strada di accesso al borgo e’ stata interdetta. Sul posto ha operato un elicottero della Protezione civile. Intorno alle 16 cambio repentino della meteorologia: il vento caldo di scirocco ha lasciato il posto ad un violento nubifragio che ha allagato ampie zone del capoluogo di regione, mandando in tilt il centralino dei vigili del fuoco. Al momento non si registrano danni a cose o a persone.

Maltempo Veneto: 130 interventi di Vigili del Fuoco nel Vicentino

Proseguono gli interventi delle squadre dei Vigili del Fuoco per la tromba d’aria che nel pomeriggio di sabato ha colpito il Vicentino, in particolar modo i comuni di Arzignano e Trissino, provocando ingenti danni: scoperchiate case, aziende, divelti arbusti di grande dimensione. Sul campo 115 vigili del fuoco, 4 nuclei Saf (spelei alpini fluviali), 6 autoscale, e 20 automezzi provenienti anche dai comandi limitrofi e con i volontari di Thiene e Recoaro. Gli interventi dei vigili del fuoco riguardano soprattutto la messa in sicurezza dei tetti delle abitazioni con la rimozione di elementi pericolanti e la copertura con teli di nylon per evitare le infiltrazioni d’acqua. Alle ore 14 di oggi sono gia’ stati eseguiti da ieri pomeriggio 130 interventi, rimangono da evadere 120, numero pero’ in costante crescita. Altre 90 richieste sono state chiuse dopo un sopralluogo perche’ non piu’ necessarie.

Il vento ha spezzato platani di 50 centimetri di diametro come fossero grissini“, lo ha detto il presidente della regione Veneto Luca Zaia, che oggi ha fatto un sopralluogo nei luoghi più colpiti dal Maltempo. Arzignano, Trissino (in provincia di Vicenza), Montecchia di Crosara (in provincia di Verona), Ponte nelle Alpi e Vodo di Cadore (in provincia di Belluno) sono stati ieri sferzati da pioggia e forti venti, con trombe d’aria che si sono abbattute e hanno scoperchiato tetti, danneggiato case. Zaia, in particolare, come mostra un video sul suo profilo Facebook ha visitato a Montecchia di Crosara “colpita al cuore dalla violentissima tromba d’aria di ieri pomeriggio“, il palasport, “completamente scoperchiato e distrutto dalla furia della tromba d’aria”.

“Sono eventi catastrofici, i danni vanno risanati e finanziati non c’è altro da aggiungere”, sottolinea Zaia, evidenziando “l’estensione territoriale, da Trissino ad Arzignano, a Roncà, a Montechia” e “si va verso uno stato di crisi importante. A livello nazionale lo sanno già, ho parlato stamattina presto anche con il capo della protezione civile Angelo Borrelli, martedì saranno qui in sopralluogo i suoi uomini, nel frattempo, noi vediamo di fare con i sindaci, che sono in prima linea in questi giorni, una minima conta dei danni per presentare una pratica unica. Faremo un primo censimento spannometrico dei danni, poi faremo un rapporto più analitico”. “E’ un territorio molto esteso quello colpito dalla tromba d’aria, ha coinvolto comuni molto distanti l’uno dall’altro e a macchia di leopardo”, ha aggiunto Zaia, sottolineando la “grande forza del vento. Ad Arzignano case scoperchiate, grandi danni“. Ci sono lamiere e coperture volate via, danni alle abitazioni, alle auto e “ci sono platani anche di 50 centimetri di conferenza spezzati a metà come stuzzicadenti, come un grissino, questo significa che il vento andava minimo a 180-200 km all’ora“.

Maltempo Lombardia, grandinata a Besana in Brianza [VIDEO]

Temporali nella Bergamasca, intensa grandinata a Valsecca [VIDEO]

Maltempo, esonda l’Isarco in Trentino, ad Egna suonano le sirene per l’evacuazione [VIDEO]

Maltempo Trentino, a Terlano il fiume raggiunge la pista ciclabile [VIDEO]

Maltempo Piemonte, violenta grandinata ad Aglie, mezzi in azione per la rimozione [VIDEO]