Previsioni Meteo, allarme maltempo tra Domenica 23 e Lunedì 24 Agosto: picchi di 150mm di pioggia, temporali violentissimi [MAPPE]

Previsioni Meteo, scatta l'allerta: l'onda instabile non interesserà, però, tutta la nazione con diverse aree ancora sotto la protezione anticiclonica e con clima caldo e stabile. Ecco le ultimissime

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Sul Nord Italia, il tempo è destinato a cambiare in maniera significativa nel corso del fine settimana e ancora in parte per l’inizio settimana prossimo. I modelli matematici, oramai a pochissime ore, continuano a computare il progressivo affondo di un cavo depressionario atlantico verso principalmente l’Europa centrale,  ma con buona efficacia anche verso i settori più settentrionali del nostro bacino e settentrionali dell’Italia.  Un’anteprima di cambiamento è già in atto in queste ore, in particolare sui settori alpini più settentrionali, dove sono arrivati rovesci e temporali diffusi e forti sull’alta Lombardia, Sondriese, alto Comasco, alto Lecchese, Alpi di confine altoatesine e poi, più tardi,  verso il  Trentino Alto Adige un po’ tutto, Dolomiti e Alpi Carniche. Attenzione già, su queste aree, per possibili fenomeni localmente anche violenti. Ma il cambiamento più significativo o perlomeno quello che riguarderà una fetta più ampia di territorio italiano, intercorrerà nel corso della giornata di domani, domenica 23 agosto, e si protrarrà ancora a lunedì 24, coinvolgendo gran parte del Nord, fino al Nord Appennino, Centro Nord Toscana,  Nord Marche, Nord Umbria.

Nella  mappa fenomeni,  abbia circoscritto, secondo i parametri di instabilità ultimi, rovesci e temporali più intensi e ricorrenti sulle aree settentrionali, con colorazione verso il verde più scuro e il rosso. Sul Nord Italia, infatti, si esprimerà  la massima efficacia dell’azione perturbata, configurandosi questo il settore italiano più direttamente coinvolto nell’azione depressionaria e anche quello su cui avverrà una maggiore avvezione di vorticità positiva. L’intensificazione progressiva delle nubi e i temporali interesseranno gran parte dei settori settentrionali, in maniera più irregolare e in forma anche meno intensa, gli estremi settori occidentali e settentrionali del Piemonte, i settori litoranei della Liguria e quelli costieri o dell’immediato entroterra anche del Veneto e della Venezia Giulia in genere. Fenomeni mediamente moderati o forti sul resto dei settori, ma più insistenti e in qualche fase anche violenti si manifesteranno sul Centro Nord Lombardia, soprattutto tra il Bergamasco, la Brianza, i settori laghi, il Comasco meridionale e il Sud Lecchese. Attenzione su questi settori per possibili accumuli anche intorno ai 100-150 mm in ‘poche ore, entro lunedì, con rischio di dissesti. Rischio anche su Milano. Fenomeni forti o anche qui temporaneamente violenti, tra domenica e lunedì, sulle aree centro-settentrionali del Veneto, sulle Dolomiti, su buona parte della pianura Padana centro settentrionale e verso il Centro Nord Friuli. 

Per domenica, sono attesi scarsi fenomeni sul Centro Nord Appennino, se non qualcuno localizzato fino ai rilievi del Molise, Est Campania, Nord Puglia. Per lunedì, rovesci e temporali continueranno in maniera piuttosto estesa su gran parte delle aree centro-settentrionali, ancora una volta più frequenti su quelle colorate in scuro, mentre temporali si estenderanno in maniera più intensa anche al Nord Appennino, verso i rilievi settentrionali e orientali della Toscana, fino al Nord Umbria, Nord Marche. Sul resto del paese, specie sul medio-basso Tirreno, sul resto del Sud  e sulle Isole maggiori, il giorno festivo di domenica trascorrerà ancora una volta all’insegna del tempo in prevalenza asciutto, soleggiato e molto caldo con temperature massime che potranno protrarsi ancora fin verso i +36/+37°C localmente, o estreme fino a +39°C in Sicilia.Pochi cambiamenti anche per lunedì, se non 1/2°C in meno nelle temperature. Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: