Eccezionale scoperta archeologia in Israele: trovata una fortezza che aiuterà a ricostruire eventi biblici

Si tratta di una struttura in buono stato di conservazione e dunque sarà aperta al pubblico nei prossimi giorni

MeteoWeb

Il Medio Oriente, e in particolare il suo sottosuolo, continua a riservare scoperte sorprendenti. Una fortezza di 3200 anni fa utilizzata dai canaanei per fronteggiare gli attacchi di filistei, da un lato, e di israeliti, dall’altro, è tornata alla luce grazie ad un gruppo di archeologi israeliani , che l’hanno scoperta nei pressi della località di Kiryat Gat, nelle vicinanze della storica Lakish. Si tratta di una struttura in buono stato di conservazione e dunque sarà aperta al pubblico nei prossimi giorni. Lo ha reso noto la Autorità israeliana per le antichità.

La fortezza di circa 20 metri quadrati – che aveva torri di guardia – era situata su una elevazione strategica da dove si controllava il transito su una arteria di collegamento fra la fascia costiera (dove si trovavano gli insediamenti filistei di Ashkelon, Ashdod e Gat) ed il deserto di Giudea, nei pressi del quale vi era invece la presenza di israeliti. Nei locali sono stati rinvenuti utensili dell’epoca, per lo più di fattura egizia. “Questa fortezza – hanno commentato gli archeologi Saar Ganor e Itamar Weissbeinci consente di dare un’occhiata ravvicinata ad eventi descritti nella Bibbia nel Libro dei Giudici, ed in particolare alle lotte infuriate quando la terra di Canaan era ancora sotto dominio egizio”.