Aeronautica Militare: caccia Eurofighter intercettano velivolo civile all’altezza di Altamura, aveva perso il contatto radio

Due caccia intercettori Eurofighter sono intervenuti per identificare un velivolo ultraleggero che aveva perso il contatto radio con gli enti nazionali del traffico aereo civile

MeteoWeb

Questa mattina due caccia intercettori Eurofighter del 36° Stormo di Gioia del Colle (Bari), già in volo per una missione di trasferimento nell’aeroporto militare di Grosseto per effettuare nel pomeriggio un sorvolo sull’autodromo del Mugello in occasione del gran premio della Toscana Ferrari 1000, sono intervenuti per identificare un velivolo ultraleggero Eurostar che aveva perso il contatto radio con gli enti nazionali del traffico aereo civile.
La base aeronautica di Gioia del Colle rende noto che l’ordine di rimodulazione operativa della missione è stato dato dall’It-Aoc, articolazione del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (Ferrara) responsabile della sorveglianza e del controllo dello spazio aereo nazionale. Una volta raggiunto il velivolo all’altezza di Altamura, nel barese, grazie alle coordinate e alle informazioni fornite dal personale ‘guida caccia’ a terra, è stata effettuata la prevista procedura di “visual identification” (Vid) per accertare che non vi fossero condizioni di emergenza o di minaccia alla sicurezza. Dopo aver effettuato tutte le verifiche necessarie con gli enti del controllo del traffico aereo e ripristinati i contatti radio, i caccia hanno proseguito il volo verso aeroporto militare di Grosseto, sede del 4° Stormo dell’Aeronautica Militare.
L’ultraleggero Eurostar, invece, ha proseguito il volo verso Padova, dove era diretto così come da piano di volo.