Caso Viviana Parisi, il legale: “Emerso fatto grave, potrebbe essere stata modificata una prova fondamentale”

Caso Viviana Parisi, l'avv. Venuti: quanto emerso "non ci fa stare tranquilli, potrebbe essere stata modificata una prova che riteniamo fondamentale"

  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
/
MeteoWeb

Oggi ci saranno degli esami da parte dei consulenti nominati dalla Procura e dei nostri consulenti sull’auto di Viviana Parisi e sul camion con il quale ha avuto l’incidente nella galleria Pizzo Turda nei pressi di Caronia sulla A 20 Messina-Palermo, mentre viaggiava con a bordo il piccolo Gioele. E’ emerso però un aspetto molto grave che mi è stato riferito dal nostro consulente e cioè che mentre giustamente l’auto di Viviana è stata sequestrata lo stesso 3 agosto, il camion dove si trovavano a bordo i tecnici che si occupavano di manutenzione delle autostrade con il quale ha avuto l’incidente è stato sequestrato solo il 10 settembre e sembra già avessero cominciato delle riparazioni“: lo ha affermato Pietro Venuti, legale di Daniele Mondello, marito di Viviana Parisi e padre di Gioele, trovati entrambi morti nelle campagne di Caronia, nel Messinese.
Quello che è emerso non ci fa stare tranquilli, potrebbe infatti essere stata modificata una prova che riteniamo fondamentale per accertare la verità sulla dinamica dell’incidente“.