Cina, Russia e altri 5 Paesi uniscono le forze per l’esercitazione “Caucaso 2020”: una prova di forza nei confronti degli USA

Le esercitazioni "Caucaso 2020", che si terranno dal 21 al 26 settembre, avranno "un significato speciale per le relazioni diplomatiche tra Cina e Russia"

MeteoWeb

Una grande esercitazione militare nel sud della Russia riunirà forze cinesi e russe, ma anche truppe provenienti da Armenia, Bielorussia, Iran, Myanmar e Pakistan: si tratta di una prova di forza nei confronti degli Stati Uniti, al culmine di un periodo di tensioni crescenti

L’annuncio è arrivato direttamente dal ministero della Difesa di Pechino: le esercitazioni “Caucaso 2020“, che si terranno dal 21 al 26 settembre, avranno “un significato speciale per le relazioni diplomatiche tra Cina e Russia, in questo momento particolare in cui il mondo è concentrato a combattere la pandemia“, ha precisato il comunicato stampa della Difesa.
Da quando hanno stabilito un “partenariato strategico globale” vent’anni fa, Cina e Russia hanno cooperato sempre più strettamente su questioni militari e diplomatiche, in gran parte per contrastare l’influenza degli Stati Uniti.
I militari dei 2 Paesi svolgono regolarmente esercitazioni congiunte e si sostengono regolarmente a vicenda nelle Nazioni Unite su questioni come la Siria e la Corea del Nord.

Le esercitazioni nel Caucaso si concentreranno su tattiche difensive, accerchiamento, controllo e comando del campo di battaglia.
Si realizzerà un ponte aereo per trasferire direttamente le truppe nel Caucaso, usando i nuovi quadrireattori da trasporto Xiang Y-20: si tratta di velivoli a lungo raggio, usati a febbraio per far arrivare a Wuhan l’armata di medici e infermieri militari nel momento più duro della pandemia.