Coronavirus, in Sardegna altro paese verso lockdown: a Seui scuole chiuse e stop alle attività fino al 4 ottobre

"Con tutta probabilità nella giornata di mercoledì, o al massimo giovedì, verrà effettuata da parte dell'Ats una esecuzione del tampone a tutta la popolazione"

MeteoWeb

Seui, piccolo centro della Barbagia, da oggi, e fino al 4 ottobre, vedra’ lo stop pressoche’ totale alle attivita’. Si allunga la lista dei paesi della Sardegna posti in lockdown, dopo quelli di Orune e Aidomaggiore. Lo comunica il sindaco, Marcello Cannas, dopo l’impennata di casi di coronavirus registrati durante la “seconda ondata” della pandemia.

Oggi, visti i nuovi cinque casi di covid, che portano a un totale di 26 cittadini positivi, e dopo una riunione del Centro operativo comunale, e’ stata assunta questa dolorosa ma indispensabile decisione– spiega il sindaco-. Pertanto fino al 4 ottobre compreso saranno chiuse le scuole, le attivita’ commerciali -ad esclusione di quelle alimentari, tabacchi ed edicole- e il mercato settimanale per gli articoli non alimentari. Chiusura totale anche del cimitero comunale. Vista l’eccezionalita’ della situazione, prosegue Cannas, “su nostra sollecitazione piu’ volte reiterata, con tutta probabilita’ nella giornata di mercoledi’, o al massimo giovedi’, verra’ effettuata da parte dell’Ats una esecuzione del tampone a tutta la popolazione che fino a oggi non ha effettuato questa diagnostica“.