La maggior parte dell’Europa è molto più povera della maggior parte degli Stati Uniti: Italia persino dietro al Mississippi, stato USA più povero

"La maggior parte dei Paesi europei se si unisse agli Stati Uniti, si classificherebbe tra il terzo più povero degli Stati Uniti sulla base del PIL pro capite"

MeteoWeb

La maggior parte dell’Europa è molto più povera della maggior parte degli Stati Uniti. Mark Perry dell’American Enterprise Institute ha messo insieme alcuni dati che portano a questa conclusione. “La maggior parte dei Paesi europei (incluse Germania, Svezia, Danimarca e Belgio) se si unisse agli Stati Uniti, si classificherebbe tra il terzo più povero degli Stati Uniti sulla base del PIL pro capite e Regno Unito, Francia, Giappone e Nuova Zelanda si classificherebbero tra gli stati davvero più poveri d’America, sotto la 47ª posizione occupata dalla West Virginia e non molto sopra il 50° posto del Mississippi. Paesi come Italia, Corea del Sud, Spagna, Portogallo e Grecia si classificherebbero sotto il Mississippi come gli stati più poveri del Paese”, sostiene Perry.

Per quanto riguarda gli standard di vita, i dati sui consumi dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico mostrano che gli USA sono molto più ricchi.

Nella mappa in alto nell’articolo, le aree viola sono ricche come gli Stati Uniti. Le aree gialle sono più povere del Messico. In sostanza, le poche aree scure (qualcuna in Germania e altre in pochi altri Paesi) sono le sole parti dell’Europa che sono economicamente equivalenti o migliori degli Stati Uniti.

Oltre i confini europei, Messico e Cina, se si unissero agli USA, sarebbero entrambi molto al di sotto dello stato americano più povero – il Mississippi – rispettivamente del 51% e del 62% per il PIL pro capite e il Giappone sarebbe appena sopra il Mississippi, sottolinea Perry. “Utilizzando il PIL pro capite come misura sia del rendimento economico pro capite che degli standard di vita di un Paese, l’America vince abbastanza generosamente”, precisa.