Dalla Luna del Grano al ritorno di un’importante costellazione, gli eventi di astronomia da non perdere a settembre [INFO]

Nel cielo di settembre potremo osservare alcune costellazioni che non sono visibili dalla primavera: ecco gli eventi astronomici più importanti

MeteoWeb

Con le notti più lunghe a settembre, gli appassionati di osservazioni celesti avranno più tempo per ammirare il cielo notturno e ciò che ha da offrire. Nel cielo di settembre potremo osservare alcune costellazioni che non sono visibili dalla primavera. Ecco gli eventi astronomici più importanti del mese di settembre.

Luna piena del Grano: 1-2 settembre

Il bagliore dell’ultima luna piena dell’estate illuminerà il cielo nelle prime notti del mese di settembre, proprio tra stasera e domani, 2 settembre. La luna piena di settembre solitamente è nota come Luna del Raccolto. Tuttavia, quest’anno non sarà così. La Luna del Raccolto è la luna piena più vicina all’equinozio e quest’anno si verifica l’1 ottobre. Il plenilunio di ogni mese ha diversi nomi che risalgono a centinaia di anni fa. “Uno di questi nomi per la luna piena di settembre è Luna del Grano perché tradizionalmente corrispondeva al tempo del raccolto del grano negli attuali Stati Uniti nordorientali”, riporta l’Almanacco dell’agricoltore.

Equinozio d’autunno: 22 settembre

Settembre segna il cambio di stagione dalle lunghe e calde giornate estive a quelle più fresche dell’autunno. L’autunno meteorologico inizia l’1 settembre, mentre l’autunno astronomico scatta in corrispondenza dell’equinozio. Nell’emisfero settentrionale, l’autunno astronomico scoccherà ufficialmente alle 15:31 (ora italiana) del 22 settembre. Allo stesso tempo, questo momento segnerà l’inizio della primavera nell’emisfero meridionale.

Ritorna la costellazione di Orione: fine settembre

La costellazione di Orione. In alto, a sinistra, Betelgeuse

Con il cambio delle stagioni, cambia leggermente anche il cielo notturno. Alcune costellazioni sono visibili solo durante specifici periodi dell’anno, come una delle più famose: Orione il Cacciatore. Da metà a fine settembre, potremo osservare Orione nel cielo orientale intorno alle 3 del mattino (ora locale) mentre sorge sopra l’orizzonte. Intorno alle 4 del mattino, Sirio, una delle stelle più luminose del cielo, diventerà visibile appena sotto la costellazione. Orione sorgerà sempre prima nel corso dell’autunno fino a diventare una caratteristica importante del cielo notturno durante i mesi invernali.

Uno sguardo indietro ad agosto

SpaceX è stata al centro dell’attenzione più volte nel mese, a partire dal 2 agosto quando la capsula Crew Dragon è ritornata sulla Terra dopo una missione di due mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale. Gli astronauti della NASA Bob Behnken e Doug Hurley sono ammarati nel Golfo del Messico, completando la storica missione Demo-2 per SpaceX, con cui le hanno aperto la strada al lancio regolare di astronauti. Due giorni dopo, SpaceX ha eseguito un test di volo del prototipo di razzo Starship SN5: il razzo ha volato per 150 metri prima di compiere un atterraggio controllato sulla Terra.

Uno degli sciami meteorici più belli dell’anno ha raggiunto il picco nella notte tra 11 e 12 agosto: le Perseidi hanno incantato tutti gli appassionati di stelle cadenti dell’emisfero settentrionale.

Astronomia: cosa ci attende nel mese di Settembre, dall’Equinozio d’Autunno alle congiunzioni