Le lune di Giove si stanno scaldando a vicenda, “riscaldamento sorprendente”: le cause e gli effetti nella ricerca di vita aliena

Le lune di Giove si stanno scaldando a vicenda fino a raggiungere temperature più elevate di quanto ci si aspetterebbe dalla loro lontananza dal Sole

MeteoWeb

Il pianeta Giove possiede in totale 79 lune, un record nel Sistema Solare fino al 2019, quando e’ stato superato da Saturno con le sue 82 lune. Un nuovo studio sulle lune di Giove svela che si stanno scaldando a vicenda e questo potrebbe avere conseguenza sulla ricerca della vita su questi corpi celesti.

La ricerca del gruppo del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della NASA, pubblicata sulla rivista Geophysical Research Letters, dimostra che le lune di Giove si stanno scaldando a vicenda fino a raggiungere temperature piu’ elevate di quanto ci si aspetterebbe dalla loro lontananza dal Sole. La responsabilita’ e’ delle spinte gravitazionali reciproche e dello stesso gigante gassoso, che allungano e schiacciano i suoi satelliti abbastanza da riscaldarli. Lo studio, basato su modelli al computer, e’ finanziato dal programma ‘Mondi abitabili’ della NASA.

luna europa gioveLe conseguenze del riscaldamento delle lune di Giove sono importanti nella caccia a possibili forme di vita su altri mondi, come Europa. In questa luna ghiacciata, infatti, sottolineano gli autori dello studio, l’effetto riscaldamento porta ad avere al di sotto della crosta gelata un ambiente sufficientemente caldo da ospitare oceani di acqua liquida, in cui potrebbero nascondersi primitive forme di vita. Nel caso di una luna come Io, ricca di vulcani attivi, invece, il riscaldamento e’ tale da sciogliere la roccia in magma. Questo riscaldamento reciproco, spiega Hamish Hay, primo autore dello studio, “e‘ sorprendente, perche’ rispetto a Giove le sue lune sono molto piu’ piccole. Non ti aspetteresti mai che siano in grado di creare un effetto cosi’ marcato”. Studiare questi fenomeni, conclude, “aiuta a capire la sorgente di tutto questo calore e, di conseguenza, la sua influenza sull’abitabilita’ dei molti mondi presenti nel Sistema Solare e oltre”.