Mal di gola, raffreddore e tosse: un antibatterico naturale tiene a bada i malanni di stagione, ottimo anche per colesterolo e glicemia

L'autunno sta arrivando, così come i primi malanni di stagione: come tenere a bada mal di gola, raffreddore e tosse con un antibatterico naturale

MeteoWeb

Con l’autunno ormai alle porte, con i primi conseguenti cali di temperatura (e i primi sbalzi termici) arrivano puntuali i malanni di stagione: mal di gola, raffreddore, tosse.
Un potente alleato naturale per la nostra salute è il miele: grazie alle proprietà antibatteriche rappresenta un alimento ottimo da consumare tutto l’anno e in particolare nei mesi freddi quando ci aiuta a potenziare le difese immunitarie del nostro organismo.
Silvia Migliaccio, dell’Università del Foro Italico, spiega: “Il miele, oltre ad essere un importante antibatterico naturale, contiene sali minerali e ha importanti proprietà antiossidanti grazie alla presenza di flavonoidi e acido citrico, che permettono di contrastare i danni cellulari e prevenire i danni legati all’invecchiamento. Dati recenti sembrano indicare anche effetti positivi sulla riduzione dei livelli di colesterolo“.

Le proprietà possono variare tra i diversi tipi: ciò dipende dalle concentrazioni dei diversi composti fenolici che possono variare sulla base del polline con il quale è stato composto: “Il miele di castagno – precisa Migliaccio – può aiutare maggiormente la salute cardiovascolare, e la salute delle vie urinarie, mentre quello di acacia più ricco di fruttosio può essere consigliato a chi ha valori glicemici alterati. Infine, il millefiori è preferibile per calmare la tosse e nei bambini per la molteplicità di pollini che provengono da fiori diversi“. Il miele, conclude Migliaccio, “contiene circa il 70-80 % di zuccheri semplici, rappresentati in massima parte da fruttosio e glucosio a differenza dello zucchero che contiene saccarosio. Il fruttosio ha un potere dolcificante maggiore che comporta l’assunzione di quantità inferiori rispetto allo zucchero. Inoltre il miele ha un indice glicemico inferiore allo zucchero e questo lo rende preferibile per i diabetici piuttosto che lo zucchero.”

Dalle ferite al cervello fino ai tumori: ecco tutti i benefici del miele per la salute