Maltempo Campania, Irpinia in ginocchio: fiume di fango e detriti a Monteforte Irpino, paura ed evacuazioni a Sarno [FOTO]

Criticità, disagi alla viabilità, frane e allagamenti si stanno verificando in Campania, bersagliata da piogge torrenziali e forti venti: le immagini

/
MeteoWeb

Il forte maltempo che sta colpendo la Campania sta provocando piogge torrenziali e forti venti, oltre al tornado che si è abbattuto su Casal di Principe, nel Casertano. Nella regione, si registrano picchi di 135mm a Summonte (Avellino), 122mm a Montevergine, 112mm a Monteforte Irpino, 103mm a Serino, 85mm ad Avellino, 81mm a Mercogliano, 99mm a Pannarano.

Forti disagi e danni ad Avellino e provincia in seguito alle forti piogge. Desta preoccupazione la situazione a Monteforte Irpino, dove un fiume di fango e detriti ha colpito il centro dell’Avellinese trascinando anche alcune auto (vedi foto della gallery scorrevole in alto). In alcuni punti il fango ha raggiunto anche il metro, invadendo i piani terra e i locali seminterrati. I Vigili del fuoco sono al lavoro ma gli abitanti si sono rifugiati nei piani alti delle abitazioni e chiedono aiuto anche via social diffondendo filmati dei danni che si stanno compiendo. Il sindaco Costantino Giordano ha diramato un avviso chiedendo di non uscire da casa per le prossime ore. Non va meglio ad Avellino dove e’ esondato il fiume Fenestrelle allagando la zona alle spalle di via Roma. Alcune zone della citta’ sono allagate, in particolare via Francesco Tedesco, via Ferriera. Strade allagate anche a Celzi di Forino, ad Atripalda.

Criticita’, disagi alla viabilita’ e allagamenti si registrano in tutta la provincia di Salerno. A Sarno, Vicolo San Sebastiano e Corso Umberto I sono invasi da fango e detriti. E’ stata attivata la macchina dei soccorsi ed è scattata l’evacuazione per le famiglie che risiedono in una parte del centro storico e in via Bracigliano. Centinaia le persone che dovranno lasciare, a scopo precauzionale, le proprie abitazioni. L’allarme e’ scattato intorno alle 17 in seguito alle abbondanti precipitazioni cadute sulla provincia di Salerno. A Sarno, comune che nel 1998 fu colpito da una tragica frana, la pioggia ha provocato smottamenti che sono venuti a valle dalla collina recentemente colpita da un vasto incendio. “Stiamo sulle terribili conseguenze degli incendi“, ha scritto sui social il primo cittadino, annunciando l’inizio dell’evacuazione. “Agevolare le operazioni di soccorso, supporto ed evacuazione. Non sostare lungo le strada interessate con le auto”. La scuola Baccelli restera’ aperta per l’accoglienza. Tutte le altre scuole, invece, nella giornata di domani resteranno chiuse a Sarno per l’allerta maltempo.

Tutto l’Agro nocerino-sarnese e’, comunque, sott’acqua. Preoccupano le frane nei comuni di Cava de’ Tirreni, Castel San Giorgio, Bracigliano. I vigili del fuoco stanno intervenendo in ogni dove insieme alle squadre della Protezione civile. Alberi pericolanti a Capaccio, Bellizzi, Fisciano. Questi ultimi due comuni sono interessati anche da allagamenti. A Salerno citta’, tanti gli interventi dei vigili del fuoco ma di minore gravita’. Una trentina gli episodi, riguardanti soprattutto caduta di intonaci e allagamenti di scantinati. Intanto, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ha convocato il Centro Operativo Comunale (COC) per le ore 19.15. Il primo cittadino sta valutando, infatti, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani lunedi’ 28 settembre. Al termine della riunione, all’esito delle opportune valutazioni con i tecnici e i dirigenti dei settori interessati, verra’ formalizzata la decisione.

A Baronissi, il sindaco Gianfranco Valiante “a causa dell’allerta meteo che ha gia’ procurato notevoli danni in citta’ con la caduta di numerose alberature, ha disposto la chiusura per domani 28 settembre di tutte le scuole di ogni ordine e grado della Citta’. Raccomandiamo a tutti i cittadini di non uscire di casa se non strettamente necessario“. Scuole chiuse anche a Nocera Inferiore. Nel Salernitano scuole chiuse in alcuni comuni. Oltre a Salerno, Sarno, Baronissi, Nocera Inferiore, Cava de’ Tirreni, sospese le attivita’ didattiche negli istituti scolastici di Montecorvino Pugliano, Castel San Giorgio e Roccapiemonte. 

Scuole chiuse domani a Caserta. Lo annuncia il sindaco Carlo Marino che a breve firmerà un’ordinanza per la chiusura delle scuole comunali dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado nella giornata di domani, lunedì 28 settembre, “per consentire la verifica degli edifici e delle aree a verde degli istituti“. Restano escluse dall’ordinanza sindacale, sottolinea il sindaco di Caserta, “le scuole private, le cui responsabilità di verifica e controllo spettano ai titolari, e le scuole secondarie di secondo grado, di competenza della Provincia. La bomba d’acqua che si è abbattuta oggi pomeriggio sulla città e le previsioni per la notte – spiega Marino – non ci lasciano tranquilli. Prima di far rientrare bimbi e ragazzi in classe dobbiamo essere certi che le scuole siano perfettamente in ordine. La sicurezza dei nostri figli viene prima di tutto”, conclude il primo cittadino di Caserta.

Frane, esondazioni, trombe d’aria. Il maltempo mette la Campania sotto acqua e fango. Una regione che si conferma dai piedi di argilla. Le allerte scattate in queste ore non possono non richiamare ad una riflessione sul rischio idrogeologico e le conseguenze del cambiamento climatico sempre piu’ evidenti sul nostro territorio, in cui questi fattori spesso sono stati ignorati o sottovalutati e la prevenzione stenta a partire. E’ necessario recuperare anni di ritardi negli interventi”. Cosi’, in una nota, Mariateresa Imparato presidente Legambiente Campania. “La dimensione dei problemi che vediamo nei territori legati alla fragilita’ idrogeologica della Campania aggravata dagli incendi, ad una pianificazione e ad una espansione urbanistica che spesso non ne tiene conto e a un clima che sta cambiando, e’ tale da obbligare a un cambio di strategia e di velocita’ degli interventi di messa in sicurezza dei territori e dei cittadini campani”, sottolinea.

Sindaco Monteforte Irpino: “Situazione critica”

Colate di fango e detriti stanno interessando tutti i versanti di Monte Pizzone, la montagna che sovrasta il centro storico di Monteforte Irpino. “Ci siamo messi in moto subito con la protezione civile e i vigili del fuoco – spiega all’AGI il sindaco, Costantino Giordano – la situazione e’ molto critica e stiamo valutando se evacuare nelle prossime ore alcune famiglie che vivono nella parte alta del centro storico“. Per far fronte alle richieste di intervento, i vigili del fuoco del comando provinciale di Avellino hanno mobilitato tutte le squadre disponibili e richiamato anche il personale fuori servizio. Ma la situazione sta peggiorando di ora in ora, con la pioggia che continua a cadere incessante anche sul Montorese e su Forino, che si trova sul versante opposto della montagna di Monteforte.

La frazione Clezi di Forino e’ allagata, cosi’ come alcune strade di Montoro, soprattutto nelle zone rurali a ridosso della montagna di Pizzo San Michele. I seminterrati e i locali terranei sono tutti allagati. La circolazione su alcune strade e’ interrotta per la presenza di fango e detriti. Anche Avellino presenta forti criticita’ soprattutto nella zona della stazione, nel rione Ferrovia, nei pressi del ponte della Ferriera e lungo via Francesco Tedesco. Il fango e i detriti impediscono alle auto di circolare e anche in queste zone si registrano gravi allagamenti. Sospesa e poi rinviata anche la prima partita di campionato dell’Avellino, che e’ sceso in campo contro la Turris.

Maltempo Campania, protezione civile al lavoro

La Protezione civile della Regione Campania e’ al lavoro nelle zone dell’Irpinia e del Salernitano colpite dal maltempo a supporto degli enti locali. Le situazioni maggiormente critiche a Sarno e a Monteforte Irpino, dove i sindaci hanno allestito centri di accoglienza per le famiglie fatte evacuare. La protezione civile regionale ha gia’ trasferito complessivamente oltre 100 brandine nei due comuni. In particolare, a Monteforte i maggiori problemi si sono riscontrati a Valloncello Oscuro dove in localita’ Pastelle si e’ creato un invaso in cui si e’ accumulato molto materiale alluvionale creando problemi per le abitazioni limitrofe. Volontari sono al lavoro in tutta la zona dell’Agro Nocerino-Sarnese dove i tecnici regionali hanno riscontrato la rottura degli argini del Sarno nel territorio di Nocera Inferiore. Allagamenti anche a Mercato San Severino. In Irpinia, colate di fango a Moschiano e Monteforte Irpino dove si e’ completamente allagato il centro cittadino: sopralluoghi tecnici da parte del Genio civile sono gia’ previsti per domani mattina. Altri allagamenti si sono registrati a Forino e Montoro. Nel Casertano, intervento dei tecnici della protezione civile regionale a San Nicola La Strada e San Marco Evangelista. Nel Napoletano a Quarto allagamenti dovuti a una esondazione: attivato il genio civile.

Maltempo in Campania, disastrosa alluvione a Monteforte Irpino [VIDEO]

Irpinia in ginocchio, terribile colata di fango e detriti a Monteforte Irpino [VIDEO]

Maltempo Campania, violento fiume di fango tra le strade di Sarno [VIDEO]

Maltempo Campania, fango e detriti per le strade di Sarno [VIDEO]

Terzigno (Napoli) sferzata da piogge intense e forti venti [VIDEO]

Maltempo Campania, alluvione Monteforte Irpino: immagini da paura [VIDEO]

Allerta Meteo in Campania: a Napoli domani le scuole saranno aperte, chiusi parchi cittadini e cimiteri

Allerta Meteo: scuole chiuse per maltempo Lunedì 28 Settembre, l’ELENCO AGGIORNATO LIVE