Maltempo: il maestrale fa strage di alberi in Italia, amputato il braccio ad una donna. Violente mareggiate in Toscana e sul litorale romano [FOTO e VIDEO]

Il forte vento di maestrale che oggi ha sferzato l’Italia ha abbattuto molti alberi, provocando anche tanti feriti, e provocato furiose mareggiate

  • Fiumicino
    Fiumicino
  • Marina di Pisa
    Marina di Pisa
  • Marina di Pisa
    Marina di Pisa
  • Marina di Pisa
    Marina di Pisa
  • Marina di Pisa
    Marina di Pisa
  • Marina di Pisa
    Marina di Pisa
  • Marina di Pisa
    Marina di Pisa
  • Marina di Pisa
    Marina di Pisa
  • Castiglione della Pescaia (Toscana)
    Castiglione della Pescaia (Toscana)
  • Terracina
    Terracina
  • Toscana
    Toscana
/
MeteoWeb

Il maltempo che oggi sta sferzando violentemente l’Italia da Nord a Sud con piogge intense, forti venti e grandinate ha prodotto purtroppo una vittima in Lombardia ma anche tanti feriti, vittime principalmente del crollo di alberi a causa del vento.

L’episodio più grave si è verificato a Piombino (Livorno), dove un grosso pioppo e’ caduto su una vettura. Una 52enne, che era in viaggio in auto con il marito 49enne, ha subito la subamputazione del braccio sinistro. La donna e’ stata trasferita in prognosi riservata all’ospedale di Livorno, dove sara’ operata, ma non sarebbe in pericolo di vita. L’uomo che era accanto a lei ha riportato lievissime ferite. L’incidente e’ accaduto intorno alle 16 di oggi sulla strada della Principessa, all’altezza della Casina Rossa, mentre la coppia era in viaggio da San Vincenzo in direzione Piombino. Secondo quanto riportato dai soccorritori mentre la coppia stava transitando a bordo della propria auto davanti all’ingresso della Casina Rossa uno dei grossi pioppi che si trovano a margine della strada a causa del forte vento e probabilmente anche a causa del terreno reso molle dalle piogge intense, e’ caduto sull’abitacolo che e’ rimasto schiacciato. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Venturina Terme, i vigili del fuoco e il 118.

Restando in Toscana, la forte mareggiata che imperversa sulla costa ha provocato disagi e allagamenti a Marina di Pisa (vedi video a seguire). “Il vento forte e le mareggiate annunciate con un’allerta arancione – afferma il sindaco Michele Conti – hanno ancora una volta allagato le strade nel tratto a sud di Piazza Baleari, unica zona in cui manca la diga davanti alle spiagge di ghiaia”. “La Regione – conclude il primo cittadino – ci aveva assicurato che i lavori sarebbero partiti appena terminata la stagione balneare. Eventi come quello di stasera sottolineano, purtroppo, l’urgenza di avviarli prima possibile. Le previsioni danno nella nottata vento e mare in calo condizione che ci permetterebbe di riaprire e far pulire nella prima mattina di domani la strada allagata e invasa dai detriti”. In tutta la provincia i vigili del fuoco hanno effettuato circa 20 interventi per lo piu’ per la messa in sicurezza di rami pericolanti e coperture divelte dalle forti raffiche di vento.

Violenta mareggiata a Marina di Pisa, l’acqua invade le strade [VIDEO]

Albero cade durante festa di laurea: due ragazzi feriti

Un pioppo cade per il forte vento durante una festa di laurea e ferisce due ragazzi che finiscono al pronto soccorso. E’ accaduto nel pomeriggio al parco dei Faggi del quartiere di Padova di Voltabarozzo. Sul posto e’ intervenuta la polizia locale, che ha chiuso l’area verde. Per l’amministrazione comunale l’albero presentava “problemi alle radici, molto difficili da accertare con normali monitoraggi”. Nei prossimi giorni verranno svolti accertamenti per poter definire precisamente che cosa ha causato lo schianto. Il parco rimarra’ chiuso fino alla completa messa in sicurezza. Lo conferma l’assessore Chiara Gallani, “il parco e’ chiuso e restera’ chiuso finche’ non avremo chiara la situazione. Domani mattina con i tecnici saro’ sul posto per fare tutte le valutazioni”. Sollievo, viene espresso, “per il fatto che niente e soprattutto nessuno abbiano subito danni in maniera grave.”

Alberi caduti a Roma e Fiumicino

Probabilmente indebolito dalle raffiche di vento, un pino marittimo si e’ abbattuto su 4 autovetture in Via di Novella, quartiere Parioli, a Roma. Primi ad intervenire sul posto, i caschi bianchi del gruppo Sicurezza Pubblica Emergenziale del Corpo di Pilizia Locale di Roma Capitale. Gli uomini del dottor Stefano Napoli hanno tratto in salvo due ragazze rimaste intrappolate nella vettura. Le operazioni di messa in sicurezza e riipristino della viabilita’ sono tutt’ora in corso.

Il vento forte che sta spazzando dal pomeriggio anche il litorale romano, con raffiche fino a 70-80 chilometri orari, ha causato la caduta di vari alberi a Fiumicino. Tre alberi sono crollati contemporaneamente in via Formoso, ostruendo il transito veicolare sulla strada. Un pioppo, di oltre dieci metri, e’ caduto in via Giuseppe Moschini, bloccando la strada. Sul posto stanno intervenendo i volontari della protezione civile di Fiumicino che stanno mettendo in sicurezza le alberature e per liberare le strade. Segnalata anche la caduta di rami, come nella zona di Granaretto, nel nord del comune costiero. Una forte mareggiata e’ inoltre in corso sulla costa romana, la prima intensa dopo la fine della stagione balneare e sotto osservazione, come avviene da tempo, sono subito i tratti a rischio erosione, come Ostia, Focene e Fregene sud.

Alberi sradicati e tetti scoperchiati a Bergamo

Decine le chiamate ai vigili del fuoco questa sera da tutta la provincia di Bergamo per alberi sradicati e tetti scoperchiati dal forte vento tra i maggiori interventi richiesti. Alberi o rami sono caduti a Ponteranica in via Longari, a Sedrina in via San Lorenzo, a Scanzorosciate in Corso Europa, oltre che a Bergamo in via Sant’Ambrogio, ma anche a Sorisole, Alzano, Cassano d’Adda (Milano), Gorno e Onore. Un palo della luce e’ caduto su un’auto in sosta in via San Giovanni Boscoi a Bergamo, fortunatamente senza conseguenze se non per l’auto. Interventi anche per tetti e coperture che sono letteralmente volate via a Solza e a Zogno. A Portirone un salice e’ stato sradicato dal vento ed e’ finito nel lago.

Vento ribalta container di operai nelle Marche

Violente raffiche di vento hanno ribaltato uno dei container in cui dormivano due operai che sono di stanza nel cantiere del nuovo rifugio Zilioli. Immediata la richiesta di soccorso giunta alle squadre della stazione di Ascoli Piceno del Soccorso Alpino, che in poco tempo, nonostante le condizioni meteo proibitive (temperature basse e vento forte), hanno raggiunto i malcapitati. Una prima squadra ha provveduto a riportare i due operai a valle, mentre una seconda si e’ occupata delle operazioni di messa in sicurezza del container con l’ausilio di funi supplementari. Entrambi gli operai sono in buone condizioni fisiche, anche se molto provati.

Fulmine si abbatte su chiesa a Mola di Bari: crollano pezzi della facciata

L’ondata di maltempo che si e’ abbattuta nelle scorse ore sulla Puglia e’ stata caratterizzata non solo da forti raffiche di vento e piogge ma anche da tuoni e fulmini. E proprio un fulmine ha colpito la chiesa della Madonna del SS. Rosario di piazza degli Eroi a Mola di Bari. Lo rende noto il sindaco Giuseppe Colonna che evidenzia come “fortunatamente non ci sia stata alcuna conseguenza per le persone”. Gli agenti della polizia locale e i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’area: davanti all’ingresso della chiesa c’erano calcinacci e pezzi di pietra, non molto grandi, staccatisi della facciata. “Purtroppo in questo periodo – scrive sui social il sindaco – stiamo assistendo a fenomeni meteorologici di estrema intensita’. Manteniamo alta l’attenzione. Vi invito a limitare gli spostamenti e a non esporvi a possibili situazioni di rischio a causa dell’allerta meteo annunciata”.

Decine di interventi per vento nel Bolognese: pali e rami divelti

Il vento forte che ha colpito oggi la zona pedecollinare e la pianura intorno a Bologna ha causato disagi, con pali e rami divelti, oltre a fare cadere qualche albero. E’ successo a Calderara di Reno e in Val di Zena, zona San Lazzaro di Savena. Gli alberi sono finiti sulla sede stradale mentre non passava nessuno. In entrambi i casi sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno rimosso e messo in sicurezza le piante, ripristinando la viabilita’. Altri interventi dello stesso tipo, in tutto una quarantina, sono stati fatti a Bazzano, Zola Predosa, Crevalcore, Medicina, Pianoro e a Imola.

Frane e smottamenti a Bortigali (Sardegna)

Frane e allagamenti per il le copiose piogge cadute su Bortigali, nel Nuorese. Impraticabile per gli allevatori la strada di Monte Rosu sommersa di fango pietre e detriti. Il sindaco Francesco Caggiari ha dovuto impegnare i mezzi di una ditta privata per rimuovere tutto dalla carreggiata e permettere agli allevatori di raggiungere le loro aziende. Frane anche nel centro abitato nel quartiere di Funtana Ezza dove una colata di fango che si e’ depositata sulla carreggiata impediva il passaggio alle auto e delle persone. Ostruita da un albero di fico sradicato dalle piogge e dal vento anche un tratto della via Stazione. “Gli operai del Comune hanno lavorato tutto il giorno per bonificare le aree del centro abitato – ha detto all’ANSA il sindaco Caggiari – cosi’ come ha dovuto lavorare a lungo nell’agro una ditta esterna per ripristinare la viabilita’ per permettere il passaggio agli allevatori. Gli interventi tuttavia sono stati efficaci e finalmente dopo aver lavorato tutto il giorno siamo riusciti a bonificare le aree”.