Misurare l’economia circolare urbana: un indicatore a supporto delle strategie per la sostenibilità

Il Cesisp dell'Università di Milano-Bicocca, presenterà durante il webinar la classifica delle città più circolari d'Italia e d'Europa

MeteoWeb

Qual è la città più “circolare” d’Italia? E come si inserisce nel contesto europeo a confronto con metropoli come Amsterdam, Berlino, Copenhagen, Londra, Madrid e Parigi? Partendo dai dati su sharing economy, inquinamento, gestione dei rifiuti, sostenibilità e sharing mobility, i ricercatori del Cesisp (Centro studi in economia e regolazione dei servizi, dell’industria e del settore pubblico) dell’Università di Milano-Bicocca hanno tracciato una classifica delle città più virtuose, italiane ed europee, ampliata, rispetto alla prima edizione del 2019 (nella quale Milano risultò la città più circolare d’Italia), sia nel numero di città italiane coinvolte (da 10 a 20) che nel confronto con il panorama europeo.
La classifica verrà presentata durante il webinar “Misurare l’economia circolare urbana. Un indicatore a supporto delle politiche e strategie per la sostenibilità”, organizzato dal Cesisp venerdì 18 settembre dalle 9.30 alle 13.30 (iscrizione a questo link). L’evento ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Durante il webinar saranno premiate le città più circolari, verranno commentati i dati e si approfondiranno le policy e soluzioni tecnologiche più efficienti per promuovere la sostenibilità nei centri urbani.
Le città coinvolte nell’indagine sono state, a livello nazionale in ordine alfabetico, Aosta, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Torino, Trento, Venezia e Verona, e a livello europeo, oltre alla città al primo posto della classifica italiana, Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Copenaghen, Londra, Madrid, Parigi e Praga.
Interverranno, tra gli altri, il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roberto Morassut, i sindaci di Trento, Alessandro Andreatta e Bologna, Virginio Merola, la vicesindaco di Milano, Anna Scavuzzo, l’AD di Enel, Carlo Tamburi, l’AD di A2A, Renato Mazzoncini, il Vicepresidente di Confindustria Cisambiente, Piero Manzoni, l’AD di Coima, Manfredi Catella, il Responsabile Circular Economy di Intesa Sanpaolo, Massimiano Tellini e l’Head of Unit “Water Governance and Circular Economy in Cities” dell’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), Oriana Romano e la Rettrice dell’Università di Milano-Bicocca, Giovanna Iannantuoni.