Nel 1992 aveva ucciso i genitori con 15 colpi di pistola, ora è stata trovata morta: si indaga sulle cause

Sul corpo non sono stati trovati segni di violenza, e una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti è che possa essersi trattato di un malore

MeteoWeb

Sabato scorso è stata trovata morta nella sua abitazione Alessandra Brizzi, la donna che il 15 giugno del 1992 a Firenze, quando aveva 26 anni, uccise in casa i genitori con 15 colpi di pistola. Sul corpo non sono stati trovati segni di violenza, e una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti e’ che possa essersi trattato di un malore. Per il duplice omicidio dei genitori la Corte di assise di Firenze la prosciolse per ‘vizio totale di mente’ e venne internata per 10 anni nell’ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere (Mantova). Da alcuni anni Alessandra Brizzi era tornata a vivere a Firenze, in un’abitazione nella zona di Rifredi. Secondo quanto appreso, nella casa della donna, deceduta a 54 anni, la polizia avrebbe trovato alcuni psicofarmaci, che dai primi accertamenti erano nella sua disponibilita’ perche’ doveva assumerli per motivi di cura. Il pm di turno Massimo Bonfiglio ha disposto l’autopsia sul corpo per chiarire le cause del decesso.