Notte di paura ad Ancona, grande incendio divampa nel porto: esplosioni e gigantesca colonna di fumo, scuole chiuse. “Abbiamo pensato a Beirut” [FOTO e VIDEO]

Un vasto incendio è divampato nella zona portuale di Ancona: il Comune ha chiesto alla popolazione di tenere le finestre chiuse in via precauzionale

/
MeteoWeb

Un vasto incendio è divampato, per causa ancora in corso di accertamento, nella zona portuale di Ancona.
Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 00:35 da un capannone.
Sul posto sono intervenute diverse squadre dei Vigili del fuoco di Ancona, Macerata e Pesaro con autobotti e autoscale.
Si sono anche avvertiti dei boati.

L’incendio è partito nell’area ex Tubimar, dove ci sono varie attività: si è innalzata una densa colonna di fumo che è ancora nell’aria.

incendio porto anconaLe fiamme avrebbero distrutto alcuni camion e le strutture dei capannoni interessati, dove potrebbero trovarsi solventi, vernici e altri materiali potenzialmente tossici. Nella zona è presente una ditta che produce azoto liquido, una centrale elettrica, un impianto di metano.

L’incendio è stato circoscritto, ma le operazioni di spegnimento sono ancora in corso.

Il Comune di Ancona ha chiesto alla popolazione di tenere le finestre chiuse in via precauzionale, in attesa dei risultato delle analisi dell’Arpam e dell’Asur. Chiuse anche “tutte le scuole di ogni ordine e grado, le università, i parchi e gli impianti sportivi all’aperto“.

Non risultano vittime o feriti.

Dai primi rilievi sembra non ci siano problemi di inquinamento,” ha scritto su Facebook il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli. “A seguito dell’incendio di vasta portata che si è sviluppato nella notte nell’area ex Tubimar in zona portuale e della nube che si è sprigionata, a titolo precauzionale l’amministrazione comunale ha deciso la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e delle sedi universitarie per la giornata odierna. Resteranno chiusi anche parchi e impianti sportivi. Cerchiamo di limitare gli spostamenti in attesa dei rilievi delle autorità sanitarie. Seguiranno comunicazioni di aggiornamento. Dai primi rilievi sembra non ci siamo problemi di inquinamento ma abbiamo ritenuto opportuno essere prudenti in attesa degli esiti finali degli esami delle autorità preposte“.

Abbiamo sentito diverse esplosioni, almeno tre, dall’una meno un quarto in poi. Poi il fuoco e le sirene dei mezzi di soccorso. Abbiamo pensato subito a quello che è successo a Beirut, è inevitabile“: lo ha raccontato all’AdnKronos una dipendente di un hotel della zona del Porto di Ancona. “C’è molto fumo nero, il vento però non lo sta portando verso il centro della città, ma verso Sud, verso l’interno. Si sente un fortissimo odore che sembra di plastica bruciata“.

Gigantesco incendio nel porto di Ancona [VIDEO]