Previsioni Meteo: nuova ondata di maltempo sull’Italia tra domenica 20 e l’inizio della prossima settimana

Previsioni Meteo: correnti perturbate atlantiche verso l'Italia con sensibile peggioramento su molte regioni. Non mancheranno aree, però, con più sole e più caldo. Le ultimissime

MeteoWeb

Previsioni Meteo – A parte più nubi con rovesci e temporali sulle estreme aree meridionali, nel corso delle prossime ore e dei prossimi due giorni, qui per azione marginale di un autentico “uragano mediterraneo” sul Sud del bacino,  ma più influente in mare e verso la Grecia,  sul resto dell’Italia, il tempo continuerà a mantenersi in prevalenza anticiclonico e stabile, salvo fastidi localizzati,  dovuti a instabilità convettiva pomeridiana su alcuni rilievi alpini e localmente appenninici. Dunque, continuerà la siccità, in particolare sulle aree centro-meridionali peninsulari, dalle Marche, Abruzzo,  fino alla Campania e Puglia,  che non vedono piogge significative da quasi due mesi. A quando, dunque, un possibile sbocco a più breve termine circa una possibile instabilità più estesa sul territorio? Per le aree settentrionali e via via diffusamente anche per quelle centrali, un cambiamento significativo potrebbe arrivare per l’inizio della prossima settimana;  per il resto dell’Italia, in particolare per i settori del medio-basso Adriatico e del Centro Sud Appennino, dalle Marche, Abruzzo, fino alla Basilicata, la situazione potrebbe continuare a essere critica in termini di carenza di piogge, probabilmente per altri 7-8 giorni circa. Ma veniamo al possibile peggioramento del tempo che dovrebbe intervenire da domenica 20 e poi esplicarsi per la prima parte della prossima settimana.

Si tratterebbe, come già descritto in precedenti appuntamenti, di una instabilità derivante da una bassa pressione latente in prossimità della Penisola Iberica, poi via via in estensione verso la Francia e verso il Mediterraneo centro-occidentale. Una bassa pressione che convoglierebbe aria umida e instabile dai settori sud-occidentali del Mediterraneo, quindi dalle Baleari, attraverso il Golfo del Leone, verso gran parte delle regioni settentrionali e anche centrali a iniziare da lunedì 21 settembre. Il tempo inizierebbe a peggiorare in maniera più estesa da sabato 19 pomeriggio, su Ovest Piemonte e Valle d’Aosta, poi via via nubi e piogge più diffuse, Domenica 20, su Ovest Piemonte, verso l’alta Lombardia. Nella notte su lunedì 21  e poi al mattino di lunedì stesso, le nubi e le piogge da Ovest raggiungerebbero anche  il Centro Nord della Sardegna, il Centro Nord del Lazio, la Toscana, l’Umbria occidentale, la Liguria e diffusamente ancora il Piemonte e l’alta Lombardia,  localmente anche con rovesci e temporali associati di una certa consistenza. Nel pomeriggio sera di lunedì e poi della notte su martedì 22, rovesci e temporale si estenderebbero anche a gran parte della Lombardia, verso la pianura Veneta e piogge e temporali più diffusi anche su buona parte del Centro, verso le Marche e il Nord Abruzzo. Maltempo più forte o anche violento, localmente, tra martedì 22 e mercoledì 23 sulla Liguria, localmente sulla Lombardia occidentale e settentrionale e anche su Est Piemonte; rovesci e temporali in estensione anche al Nordest e ancora insistenti, anche qui forti o localmente violenti, sulla Toscana. Insomma, per la prima parte della prossima settimana la tendenza sarebbe per un peggioramento più serio del tempo, anche se graduale, su buona parte del Nord e anche sulle regioni centrali.  Poche novità al Centro- Sud, specie tra Sud Abruzzo, Molise, Lazio, Campania,  Lucania e Puglia con continuità di tempo in prevalenza asciutto e siccitoso e anche piuttosto caldo per il periodo con temperature ancora sopra la media.

La redazione di MeteoWeb seguirà costantemente l’evoluzione del tempo nel medio-lungo periodo, apportando quotidiani aggiornamenti. 

Allerta Meteo, un URAGANO Mediterraneo sul mar Jonio: allarme in Calabria e Sicilia, Siracusa, Catania e Reggio Calabria le città più colpite [MAPPE]