30 persone ai matrimoni, calabresi esilaranti: “caro Conte, da noi 30 sono solo…” [GALLERY]

Dai social i messaggi esilaranti dei calabresi per il Premier Conte dopo le nuove direttive sulle feste e sui matrimoni del nuovo Dpcm

/
MeteoWeb

Il nuovo Dpcm sta facendo discutere molto. C’è chi si trova d’accordo con tutte le nuove direttive per limitare la diffusione del Coronavirus, chi invece ha qualcosa da ridire. Tra polemiche, liti social e tanto altro, non manca però un po’ di sano sarcasmo e di ironia. Gli italiani non perdono il sorriso nonostante un anno disastroso e difficile. Arrivano dalla Calabria dei simpatici messaggi al Premer Conte, che ha spiegato che le feste delle cerimonie civili o religiose, come i matrimoni, non devono superare le 30 persone.

I calabresi hanno riempito i social di messaggi esilaranti, nei quali spiegano come sia impossibile festeggiare un matrimonio con solo 30 persone. “In Calabria ai matrimoni 30 sono solo i testimoni e i paggetti”, “A Reggio Calabria, ai matrimoni, 30 sono solo fotografi e musicisti”, “In Calabria, in un matrimonio 30 sono solo i camerieri“, queste le frasi più gettonate delle ultime ore, per spiegare a Giuseppe Conte come sia difficile, se non impossibile, organizzare un matrimonio con così poche persone.