Aborto, dalla Spagna un’importante modifica alla legge ed è subito polemica: le giovanissime non avranno bisogno del consenso dei genitori

La Spagna si apre sempre più e vara una nuova legge pro aborto: anche le più giovani potranno interrompere la gravidanza e senza il consenso dei genitori

MeteoWeb

Il tema dell’aborto è delicatissimo e crea sempre infinite discussioni. Il mondo si divide tra persone e governi pro e contro aborto. Se in molti posti è illegale abortire, in tanti altri, invece, ogni donna può decidere se interrompere o meno la sua gravidanza.

aborto
foto di Marcos Brindicci/Getty Images

Arriva dalla Spagna un’importante novità: il governo ha deciso di permettere alle più giovani di decidere da sè se abortire o meno, dando la possibilità a 16enni e 17enni di poter interrompere la gravidanza anche senza il consenso dei genitori. L’aborto è legale fino alla 14esima settimana di gravidanza, ma anche fino alla 22 in caso di problemi di salute della madre o malformazioni del feto.  “Dobbiamo garantire a tutte le donne la libertà di decidere sul proprio corpo“, ha affermato il ministro dell’Uguaglianza Irene Montero.

Mentre la Spagna si dimostra sempre più pro aborto, in Italia arrivano delle novità importanti pro vita: il consiglio comunale di Iseo ha approvato la mozione “Sostegno alla vita”, che prevede un aiuto di 160 euro al mese per 18 mesi.