Meteo, l’anticiclone e il ritorno delle polveri sottili: rischio di sforamenti da domani in Pianura Padana

L’aumento delle temperature e le condizioni stabili saranno responsabili del ritorno delle polveri sottili in Pianura Padana

MeteoWeb

Ultime piogge oggi al Sud, prima dell’inizio di una fase di tempo stabile che dovrebbe continuare fino agli inizi della prossima settimana. L’anticiclone porterà alta pressione sull’Europa centrale, Italia inclusa, garantendo cieli sereni, tanto sole e un aumento progressivo della temperatura a partire da domani, giovedì 29 ottobre, al Nord e poi, tra fine mese e il ponte di Ognissanti, in tutto il Paese. I valori aumenteranno in misura maggiore al Nord, fino a 8-9°C in più rispetto ai valori attuali, di 4-6°C al Centro-Sud e di 2-4°C al Sud.

Proprio l’aumento delle temperature e le condizioni stabili, senza venti in grado di ripulire l’aria, saranno responsabili del ritorno delle polveri sottili in Pianura Padana. Il lungo periodo dominato dall’anticiclone significherà aria ferma con scarsa ventilazione in pianura e molto probabilmente, molte località del Nord supereranno la soglia critica per le polveri sottili.

Le polveri sottili sono pericolose per la salute umana, agendo nel lungo periodo sui polmoni delle persone e rendendole più vulnerabili alle patologie respiratorie. Già in occasione della prima ondata di Covid-19 con i suoi effetti devastanti in Pianura Padana, molti studi hanno sottolineato il collegamento tra polveri sottili e persone più vulnerabili alla malattia. Ora il problema sta per ripresentarsi nel momento in cui la seconda ondata galoppa in Italia. Nei prossimi giorni, dunque, le mascherine non saranno utili solo a contrastare la diffusione del contagio ma anche ad evitare di respirare le pericolose polveri sottili.

Previsioni Meteo, arriva un poderoso Anticiclone: allarme nebbia e smog in pianura Padana e in Europa