Archeologia: a Ventimiglia tre sarcofagi che potrebbero contenere diverse sepolture, saranno aperti lunedì

Si presume che il sito possa contenere una sessantina di tombe, tra cui dieci sarcofagi, tre dei quali devono essere ancora aperti

MeteoWeb

E’ probabile che ogni sarcofago contenga i resti di diverse persone. Ci vorrà il prossimo lunedì 5 ottobre per scoprirlo, quando saranno aperti a partire dopo la ripresa degli scavi archeologici del cimitero tardo antico di età cristiana (dal V al VII secolo d.C.), di Nervia a Ventimiglia. Si presume che il sito possa contenere una sessantina di tombe, tra cui dieci sarcofagi, tre dei quali devono essere, appunto, ancora aperti. “In questi giorni – spiega Daniela Gandolfi dell’Istituto di Studi liguri, e direttrice dell’area archeologica – sono iniziati i lavori preparativi agli scavi. Procederemo anche all’apertura di un sarcofago in pietra, che potrebbe contenere sepolture plurime”. Il cimitero si trova nell’area delle mura settentrionali; nel momento in cui verrà alzato il coperchio, un antropologo avrà il compito di datare e catalogare i resti.