Arrivano le prime castagne italiane, raccolto in anticipo grazie a un caldo settembre

Prime castagne italiane in anticipo grazie ad un mese di settembre particolarmente caldo che ha favorito la maturazione

MeteoWeb

Arrivano le prime castagne italiane con un raccolto in anticipo grazie ad un mese di settembre particolarmente caldo che ha favorito la maturazione: lo rende noto Coldiretti, che stima una produzione nazionale in crescita e di qualità, superiore ai 35 milioni di km.

Un ritorno atteso dopo che in alcune zone era stata rischiata addirittura l’estinzione per la presenza del cinipide galligeno del castagno (Dryocosmus kuriphilus) proveniente dalla Cina, che da anni infesta i boschi lungo la Penisola provocando nella piante la formazione di galle, cioè ingrossamenti delle gemme di varie forme e dimensioni.

Contro questa minaccia – ricorda Coldiretti – è stata avviata una capillare guerra biologica con la diffusione dell’insetto Torymus sinensis, che è un antagonista naturale.
Si resta tuttavia ancora lontani – sottolinea la Coldiretti – dai fasti produttivi del passato per un prodotto simbolo dell’autunno.