Astronomia: a Ottobre 2020 in cielo protagonista la “Luna Blu”, Marte sfolgorante e le stelle cadenti d’autunno

La Luna Blu, l'opposizione di Marte e tante congiunzioni: gli eventi astronomici che ci riserva il cielo del mese di Ottobre 2020

MeteoWeb

Cosa ci attende nel cielo di Ottobre 2020? Scopriamo cosa ci riserva il decimo mese dell’anno secondo il calendario gregoriano e il secondo mese dell’autunno nell’emisfero boreale (della primavera nell’emisfero australe).

Il Sole il 31 passa dalla costellazione della Vergine a quella della Bilancia.
Le giornate si accorciano di circa 80 minuti nel corso del mese.
Si ricordi che l’Ora Solare torna in vigore nella notte tra sabato 24 e domenica 25 Ottobre.

La Luna è in fase di plenilunio il 1° Ottobre, Ultimo Quarto il 10, novilunio il 16, Primo Quarto il 23 e infine ancora plenilunio il 31.
Il 31 Ottobre quindi ammireremo una “Luna Blu“: attenzione però, il nostro satellite non cambierà assolutamente colore, semplicemente, la seconda Luna Nuova in un mese, nel mondo anglosassone, viene popolarmente definita “Blue Moon“.
Il satellite viene a trovarsi nel punto più lontano dalla Terra lungo la sua orbita il 3 (apogeo, 406319 km), nel punto opposto il 16 (perigeo, 356912 km), e nuovamente all’apogeo il 30 (406392 km). Di conseguenza, il 31 la Luna Piena apparirà leggermente più piccola della norma: sarà una micro Luna Blu.

Per quanto riguarda l’osservabilità dei pianeti del Sistema Solare, Mercurio si può scorgere, anche se con difficoltà, all’inizio del mese, dopo il tramonto. Venere è ben visibile al mattino, prima dell’alba a est. Marte è in ottime condizioni di visibilità: a Ottobre, il 13, raggiunge l’opposizione, cosa che lo rende osservabile per tutta notte (prima a est, poi a sud e infine a ovest prima dell’alba), e il 6 raggiunge la minima distanza dalla Terra (62 milioni di km). Marte sarà il pianeta più luminoso della prima parte della notte, mentre Venere ruba la scena nelle ultime ore. Giove si può ammirare nella prima parte della notte a sudovest, così come Saturno. Urano raggiunge l’opposizione alla fine del mese ed è quindi possibile osservarlo (per mezzo di telescopio) per tutta la notte, con il medesimo tragitto seguito da Marte. Nettuno si può ammirare per gran parte della notte (per mezzo di telescopio) dopo il tramonto del Sole a sudest e successivamente a sud.

Congiunzioni: Luna-Marte il 2/3; Luna-Venere il 14; Luna-Giove il 22; Luna-Saturno il 23; Luna-Marte il 29.

Per quanto riguarda le costellazioni, a Ottobre c’è ancora la possibilità di ammirare il “Triangolo Estivo” (Altair nell’Aquila, Vega nella Lira e Deneb nel Cigno.
A oriente iniziano a fare la loro comparsa le protagoniste dei prossimi mesi, Toro e Gemelli.
A occidente si può scorgere il Sagittario, mentre a sudovest troviamo Acquario e Capricorno.
A Nord, tra Pegaso e la Stella Polare, brilla Cassiopea.

Immancabile l’appuntamento con le Orionidi: il picco dello sciame meteorico è atteso nella notte tra martedì 20 e mercoledì 21 Ottobre, con circa 20 meteore all’ora. L’osservazione non sarà disturbata dalla Luna, sotto l’orizzonte quasi per tutta la notte.

Dall’opposizione di Marte alla Luna Blu di Halloween, gli eventi di astronomia da non perdere ad ottobre 2020