“Bomba day” a Mestre: in corso le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico [FOTO]

Mestre: in corso le operazioni per il disinnesco di un ordigno risalente alla II Guerra Mondiale, scoperto in un cantiere

/
MeteoWeb

In corso a Mestre le operazioni per il disinnesco di un ordigno risalente alla II Guerra Mondiale, scoperto nel cantiere per la realizzazione del campus universitario di Ca’ Foscari.
Si sono concluse “senza problemi le attività di evacuazione dell’area“, i cittadini sono stati accompagnati in uno spazio appositamente preparato dalla Protezione Civile.
Sospesa fino alle 13 la linea ferroviaria tra Mestre e Venezia, sono operativi bus sostitutivi.

Le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico inesploso, rinvenuto nel sottosuolo di un’area di cantiere in via Torino a Mestre, vengono condotte dagli artificieri del 8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti Folgore di Legnago e dal Gruppo Operativo Subacquei Nucleo Sdai di Ancona della Marina Militare.

Le operazioni di disinnesco e brillamento si svolgono in due fasi: nella prima l’ordigno viene “despolettato” in loco, ovvero gli artificieri dell’Esercito procedono alla rimozione delle spolette, meccanismi che sono in grado di innescare la carica esplosiva e far detonare l’ordigno. Nella seconda quest’ultimo viene fatto brillare in mare aperto, di fronte alla bocca di porto di Malamocco, a cura del Gruppo Operativo Subacquei Nucleo SDAI di Ancona della Marina Militare.