Coronavirus e trasporti pubblici, la situazione non cambia: la capienza non scenderà sotto l’80%

Il governo conferma la capienza dei mezzi di trasporto pubblici durante l'emergenza coronavirus: non si scenderà sotto l'80%

MeteoWeb

L’emergenza coronavirus continua a preoccupare: la curva dei contagi è risalita in maniera importante nelle ultime settimane, costringendo il governo a prendere provvedimenti e a correre ai ripari con nuove direttive per limitare la diffusione de virus.

Il nuovo Dpcm, però, trascura un aspetto molto importante: i traporti. Si è tenuta oggi una riunione convocata dall aminstra Paola De Micheli con Regioni, Comuni e Province, ma la situazione non è cambiata: nonostante il problema sia evidente, la capienza dei mezzi pubblici non scenderà sotto l’80%.

Nessuna modifica in vista, quindi, ma gli uffici del ministero dell’Istruzione e la dirigenza delle varie aziende di trasporto locale sono al lavoro per coordinare gli scaglionamenti di entrata e uscita dalle scuole.

Durante l’incontro di oggi al Mit è emerso dalla lettura dei dati presentati dalle associazioni del tpl che “l’utilizzo del mezzo pubblico da parte degli studenti si è attestato in media a livelli inferiori all’80% del riempimento, registrando un valore di circa il 55,6% della capienza consentita“, come spiegato dal ministero.

Le problematiche riguardano “alcune delle città metropolitane nelle ore di punta del servizio“. Secondo il governo i mezzi di trasporto “hanno rappresentato nelle prime settimane di riapertura delle scuole un ambiente sicuro, grazie alle operazioni di igienizzazione e sanificazione, al ricambio dell’aria a bordo mezzo e ai tempi medi, brevi, di durata del viaggio“.

Da ora, quindi, il lavoro sarà concentrato sulla riduzione di ‘asimmetrie informative’: gli operatori del tpl dovranno organizzare le tempistiche idonee per una corretta programmazione del servizio per evitare stuazioni difficili. Intanto, De Micheli assicura che si terranno dei nuovi tavoli tecnici per allineare gli orari di punta e l’offerta di trasporto.