Coronavirus, Johnson & Johnson vuole testare vaccino sui giovanissimi “presto”

La Food and Drug Administration americana ha detto che è importante che le case farmaceutiche testino i loro vaccini sui bambini

MeteoWeb

La multinazionale farmaceutica statunitense Johnson & Johnson ha comunicato alle autorita’ sanitarie americane che intende cominciare a testare nel piu’ breve tempo possibile il suo vaccino sperimentale contro il Covid-19 sui giovanissimi, adolescenti di eta’ compresa tra 12 e 18 anni. Lo ha detto Jerry Sadoff (J&J), parlando venerdi’ in una riunione on-line del comitato consultivo dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Abbiamo in programma di affrontare il tema ragazzi il prima possibile, pur con molta attenzione in termini di sicurezza”, ha dichiarato Sadoff ricercatore presso l’unita’ Janssen di J&J, secondo quanto riferito dall’agenzia Reuters. L’azienda prevede in seguito di testare il vaccino anche sui ragazzini piu’ piccoli, ha aggiunto. La Food and Drug Administration americana ha detto senza mezzi termini che e’ importante che le case farmaceutiche testino i loro vaccini sui bambini anche se alcuni medici temono che i vaccini stessi possano innescare nei giovanissimi una rara, ma potenzialmente pericolosissima sindrome, la sindrome infiammatoria multisistemica. Pfizer ha gia’ iniziato a testare nei dodicenni il vaccino contro il Covid-19 che sta sviluppando con la tedesca BioNTech.