Coronavirus, i sindaci d’Italia contro Conte: “lasciare sulle nostre spalle la scelta è impossibile”

Sindaci in rivolta: i messaggi di Nardella e Raggi al Premier Conte dopo il nuovo Dpcm

MeteoWeb

Giuseppe Conte ha tenuto questa sera, come previsto, una conferenza stampa per spiegare al popolo italiano il nuovo Dpcm. Locali chiusi alle 24, scuole ancora aperte e palestre in bilico, mentre ricade sui sindaci il divieto di assembramento nelle piazze. Un punto, quest’ultimo, che i sindaci d’Italia non hanno apprezzato: “So che la situazione e’ difficile ma lasciare sulle spalle di noi sindaci la scelta delle zone dove imporre e controllare il #coprifuoco e’ impossibile. Il Governo corra ai ripari subito e cambi questa regola. #dpcm #conferenzastampa“, ha scritto su Twitter il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

I sindaci dovranno disporre chiusure e restrizioni Covid? Mancano dati, informazioni, forze ordine e strumenti adeguati alla richiesta. Attendiamo di leggere dpcm”, ha commentato la sindaca di Roma Virginia Raggi.