Coronavirus, stop alle feste private: comune in Sardegna anticipa la stretta, freno alla campagna elettorale

A Budussò stop a feste o incontri in ambito domiciliare se non tra congiunti, massimo 30 persone in cimitero e un freno alla campagna elettorale

MeteoWeb

Un’ordinanza che anticipa le ventilate misure del governo al fine di contenere la pandemia di coronavirus riguarda Buddusò, comune in provincia di Sassari. Le restrizioni stabilite dal sindaco Giovanni Antonio Satta prevedono lo stop a feste o incontri in ambito domiciliare se non tra congiunti, campagna elettorale (in Sardegna 160 Comuni vanno al voto il 25 e 26 ottobre, ndr) solo in luoghi che consentano di rispettare le norme a contrasto della diffusione del coronavirus e massimo 30 persone per volta in cimitero.

Si aggiungono l’obbligo di mascherina in qualsiasi luogo al chiuso a parte la propria abitazione, ma anche all’aperto ovunque non sia possibile restare isolati rispetto a non conviventi e piu’ controlli da parte delle forze dell’ordine nei locali pubblici.