La cultura sfida la pandemia: il Perù riapre le rovine Inca di Machu Picchu per un solo turista

Machu Picchu è ormai off limits per i turisti da marzo e ora ha riaperto per un solo turista

MeteoWeb

Il Perù ha deciso si aprire le rovine Inca di Machu Picchu per un singolo turista, il giapponese Jesse Katayama, che aveva aspettato quasi sette mesi per visitare il sito del patrimonio mondiale. Il ministro della Cultura Alejandro Neyra ha detto che al sig. Katayama è stato concesso l’accesso dopo che questi ha presentato una richiesta speciale. L’antica cittadella Inca,  principale attrazione turistica del Perù, riaprirà a capacità ridotta il mese prossimo anche se non è ancora stata fornita una data esatta.

Il signor Katayama aveva in programma di trascorrere solo pochi giorni in Perù, ma è rimasto bloccato nella città di Aguas Calientes, vicino a Machu Picchu, a metà marzo a causa dei provvedimenti sui viaggi adottati per contrastare la pandemia di coronavirus. “Era arrivato in Perù con il sogno di poter entrare”, ha detto lunedì Neyra in una conferenza stampa virtuale.

Machu Picchu è ormai off limits per i turisti da marzo. Mr. Katayama è stato autorizzato a entrare nelle rovine sabato con il capo del parco “in modo che possa farlo prima di tornare nel suo paese”, ha detto il signor Neyra. “Questo tour è davvero fantastico, grazie”, ha detto. Il Perù ha segnalato più di 849.000 casi di coronavirus e 33.000 decessi dall’inizio della pandemia, secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University.