Maltempo Lombardia: accumuli di 100mm nel Varesotto, albero cade su auto in transito. A Milano salgono i livelli Seveso e Lambro

Finora nella regione si registrano accumuli fino a 100mm: più colpito il Varesotto, dove un albero è caduto su un'auto. Illeso il conducente

MeteoWeb

“Le piogge previste stanno facendo salire i livelli di Seveso e Lambro ma per ora siamo ancora a livelli contenuti. L’aggiornamento delle previsioni meteo e dell’allerta della protezione civile ci fanno prevedere aumenti delle piogge nel tardo pomeriggio, serata e notte“. Lo ha sottolineato in un post su Facebook l’assessore alla Mobilità del comune di Milano, Marco Granelli. In città piove da stamattina, con il maltempo che imperversa anche in altre zone della Lombardia. Granelli ha spiegato che “l’allerta è stata elevata ad arancione e rosso nei quadranti a Nord della Regione. Sono stati diramati i messaggi alla popolazione e quindi invitiamo tutti ad attivare i comportamenti di massima attenzione e prevenzione”.

Alle ore 18, si registrano: 100mm a Tronzano Lago Maggiore, 95mm al Rifugio Capanna 2000, 81mm a Crosio della Valle, 79mm a Pescegallo di Gerola Alta, 77mm a Brebbia, 76mm a Besnate, 64mm a Bagolino, 54mm a Milano.

Nel Varesotto, un albero e’ caduto su un’auto in transito questo pomeriggio a Casorate Sempione, lungo la SS 33 del Sempione. A quanto emerso il conducente non ha riportato ferite. La strada e’ stata temporale chiusa al traffico. Sul posto i vigili del fuoco.

In Valtellina e Valchiavenna, pioggia battente sul fondovalle, torrenti e fiumi ingrossati, neve in quota e temperature in discesa sull’intero territorio provinciale. Chiuse per il maltempo la strada, in Valmalenco, che dalla localita’ San Giusepppe porta a Chiareggio e quella che da Bormio conduce al passo del Gavia fra le localita’ di Sant’Antonio e Santa Caterina, nel territorio comunale di Valfurva. Non si segnalano, al momento, frane e allagamenti di rilievo, mentre la Polstrada del Comando provinciale di Sondrio raccomanda la massima prudenza agli utenti delle strade per la possibile formazione di grosse pozze d’acqua sull’asfalto.