Manifestazione contro il Dpcm a Firenze: scontri, fumogeni e slogan contro polizia e governo

Si sono registrati momenti di tensione nel centro storico di Firenze durante la manifestazione non autorizzata per protestare contro le misure del nuovo Dpcm

MeteoWeb

Almeno 500 partecipanti stanno prendendo parte alla manifestazione non autorizzata a Firenze, indetta con una chat su Whatsapp, per protestare contro l’ultimo Dpcm varato per contenere l’epidemia di coronavirus. Si sono registrati momenti di tensione nel centro storico. Da giorni le forze dell’ordine monitoravano i social perché preoccupati per possibili azioni violente, specie in piazza della Signoria.

I primi manifestanti si sono radunati in via Calzaioli e sono stati bloccati da un cordone di polizia in assetto antisommossa all’ingresso con piazza della Signoria. Al momento i manifestanti stanno accendendo fumogeni e urlando slogan contro la polizia, contro i giornalisti e contro il premier Giuseppe Conte. Un altro gruppetto di manifestanti è stato invece intercettato e bloccato dalle forze dell’ ordine in piazza della Repubblica. Piazza della Signoria è presidiata da mezzi blindati.

I manifestanti hanno tentato di raggiungere piazza della Signoria ma, dopo un lancio di oggetti verso le forze dell’ordine, sono stati dispersi da una carica di alleggerimento dei poliziotti lungo via Calzaioli. Tra i manifestanti e le forze dell’ordine si è ricreata una distanza di alcune decine di metri, ma continua il lancio di bottiglie di vetro all’indirizzo della polizia. Dopo una prima carica, le forze dell’ordine, fatte bersaglio anche di una bomba carta, hanno disperso nuovamente, con una seconda carica, i manifestanti, molti dei quali rifugiatisi nelle vie laterali.

Terza carica della polizia in via Strozzi, cuore dello shopping fiorentino vicino a piazza della Repubblica, dove gli agenti in assetto antisommossa sono intervenuti per allontanare un gruppo di persone che partecipa alle proteste. Secondo quanto appreso non ci sarebbe stato contatto tra forze dell’ordine e i manifestanti che si sono allontanati dopo aver lanciato bombe carta, bottiglie di vetro e alcuni bidoni. Manifestanti e forze dell’ordine continuano a fronteggiarsi.