Decine di mucche uccise dal maltempo: il Soccorso Alpino recupera le carcasse in quota

Le carcasse delle mucche uccise dal maltempo rischiavano di far scoppiare un'emergenza sanitaria per il rischio di contaminazione dei corsi d'acqua e dei terreni

MeteoWeb

I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese della delegazione di Mondovi’ sono intervenuti oggi nel comune di Ormea (Cuneo), uno dei territori piu’ colpiti dall’alluvione del 2-3 ottobre, per recuperare una decina di carcasse di mucche morte in quota. La richiesta è partita dal sindaco, su indicazione dell’ASL, come un’emergenza sanitaria per il rischio di contaminazione dei corsi d’acqua e dei terreni su cui erano dispersi gli animali morti per il maltempo. I tecnici del Soccorso Alpino ieri hanno radunato le carcasse e oggi hanno coordinato l’operazione con l’utilizzo di un elicottero privato che ha effettuato il trasporto a valle da una zona particolarmente impervia. Un altro intervento era stato organizzato, nei giorni scorsi, nel territorio di Frabosa Soprana (Cuneo) sempre dai tecnici della Delegazione Mondovi’, per trasferire a valle circa 150 mucche vive che erano rimaste bloccate dall’esondazione del torrente negli alpeggi in quota della Val Corsaglia. E’ stato rimesso in sesto il sentiero per le malghe dove ormai scarseggiava il foraggio. In questo caso i tecnici del Soccorso alpino erano presenti a supporto dei pastori per verificare che la demonticazione avvenisse in sicurezza.