Trovati elementi di una vecchia imbarcazione: nuovi reperti nei fondali di Isola delle Femmine

Sono stati trovati dei nuovi reperti nei fondali di Isola delle Femmine: tre importanti elementi riconducibili ad una vecchia imbarcazione

MeteoWeb

L’archeologia regala sempre piacevolissime sorprese: nei giorni scorsi, durante alcune iniziative di ricognizione nelle acque dell’Isola delle Femmine, a Palermo, sono stati trovati nuovi reperti archeologici, che potrebbero incrementare il patrimonio culturale di un itinerario subacqueo.

E’ stato trovato un ceppo di ancora di piombo frammentato, di un’ancora di ferro e di un oggetto circolare in ferro che apparterrebbe alla dotazione di bordo di un’imbarcazione antica.

Continua l’impegno della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana sul piano della formazione e della collaborazione con i Diving e le scuole. Una collaborazione proficua, che consolida anche le relazioni scientifiche di scambio con le Università e l’istituto Politecnico del Mare di Catania che ha potuto attingere a un’esperienza formativa di quattro giorni con lezioni teoriche e pratiche tenute da esperti del settore. Un ambito, quello formativo, verso cui il governo regionale è orientato a incrementare l’impegno della SopMare, considerando quello dell’educazione al patrimonio archeologico e ambientale un obiettivo prioritario dell’amministrazione dei beni culturali“, ha dichiarato l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Alberto Samonà.

I reperti sono stati trovati durante alcune iniziative didattiche con la Soprintendenza del Mare della Regione Sicilia.