Ondata di gelo negli USA: -34°C e 71cm di neve in Montana, spettacolo invernale in Colorado. Tanti record battuti [FOTO]

Temperature estreme e nevicate record hanno interessato gli stati dal Montana al New Mexico in un'impressionante ondata di gelo di fine ottobre

  • Colorado
    Colorado
  • Boulder (Colorado)
    Boulder (Colorado)
  • Colorado
    Colorado
  • Colorado
    Colorado
  • Colorado
    Colorado
  • Colorado
    Colorado
  • Colorado
    Colorado
  • Colorado
    Colorado
  • Colorado
    Colorado
  • Montana
    Montana
  • Montana
    Montana
  • Montana
    Montana
/
MeteoWeb

Meteo – Negli USA, sembra che Madre Natura abbia perso la cognizione del tempo, considerando che milioni di persone negli stati delle Montagne Rocciose e del centro del Paese si trovano in inverno, più che a fine ottobre. Temperature estreme e nevicate record hanno interessato gli stati dal Montana al New Mexico. La neve in ottobre è abbastanza tipica per la maggior parte di queste aree, ma la magnitudine del sistema di tempesta responsabile dei fenomeni in atto sull’ovest del Paese è impressionante.

I quantitativi totali di neve vanno da pochi centimetri ad oltre 70cm e si estendono dallo stato di Washington fino al New Mexico. Per alcune città, la neve prodotta dalla tempesta è bastata a stabilire nuovi record. Secondo l’ufficio del Servizio Meteorologico Nazionale a Great Falls (Montana), la città ha battuto il suo record di neve a ottobre con quasi 71cm di neve accumulati in soli 9 giorni, rispetto al record di 47cm stabilito nel 1925. Più ad est, anche Minneapolis ha infranto il suo record di neve ad ottobre di quasi 21cm del 1991, con 23,6cm caduti finora in questo mese. Le precipitazioni sono state così intense che decine di aeroporti hanno riportato neve e pioggia gelata nell’arco di 3 ore nella giornata di ieri, lunedì 26 ottobre. Spettacolari le immagini di Montana e Colorado innevati (vedi foto della gallery scorrevole in alto).

Come se non bastasse la neve, molte aree hanno sperimentato temperature gelide, scese ben al di sotto dei record esistenti. Il valore più basso del weekend lo ha registrato Potomac (Montana) con un incredibile -34°C domenica 25 ottobre. Sempre in Montana, sono stati tanti i record battuti: a Billings registrati -15°C (battuto il record di -8°C del 1997), a Glasgow -19°C (battuto il record di -16°C del 1919), a West Yellowstone -30°C (cancellato il record di -20°C del 1997). Ma lo scettro per la temperatura più estrema va a Bozeman, sempre in Montana, non tanto in valore assoluto quanto per il distacco dal record esistente: raggiunta una minima di -29°C, 18°C in meno rispetto al precedente record di -11°C. “Non è normale vedere così tanti record in questo breve periodo di tempo e record monumentali, ha detto Corby Dickerson, meteorologo dell’ufficio del Servizio Meteorologico Nazionale di Missoula, che ha definito questa storica ondata di freddo come “un’opportunità che capita una sola volta nella vita” per un meteorologo, considerato quanto sia precoce il periodo dell’anno in cui è avvenuta.

Con il crollo delle temperature dalla Texas Panhandle al Missouri sudorientale, c’è il potenziale per 1,2cm di ghiaccio accumulato a causa di pioggia gelata fino a domani mattina. Anche una sottile copertura di ghiaccio è in grado di provocare grandi alterazioni e creare una pericolosa minaccia agli spostamenti. Fino al pomeriggio di ieri, lunedì 26 ottobre, a Estelline (Texas) si erano accumulati 0,6cm di ghiaccio, con 0,5cm a Yukon e Chautauqua (Oklahoma). Il ghiaccio in Oklahoma ha lasciato quasi 130.000 persone senza corrente elettrica nella mattinata di ieri.