Pentagono: il rischio di contrarre il Coronavirus a bordo di un aereo è “molto basso”

Il rischio di essere contagiati dal Coronavirus a bordo di un aereo è molto lieve se i passeggeri indossano la mascherina

MeteoWeb

Secondo uno studio diffuso dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, il rischio di contrarre il Coronavirus a bordo di un aereo civile è “molto basso” se la maggioranza dei passeggeri indossa la mascherina sanitaria.
Grazie ai sistemi di filtraggio e di ventilazione, il 99,99% delle microparticelle rilasciate nell’aria da un soggetto infetto ma che indossa una maschera sono neutralizzate a bordo nel giro di 6 minuti. Se capita di essere seduti accanto a un passeggero contagiato, le particelle del virus saranno disperse al 99,7% in quest’arco temporale, con una rapidità maggiore di 15 volte rispetto a quanto risulterebbe in un appartamento, e 5 o 6 volte rispetto a un moderno ospedale. Secondo lo studio risulta quindi “assai improbabile” che i passeggeri possano essere esposti a una carica virale contagiosa anche durante un volo della durata di 12 ore.

La ricerca è stata condotta tramite dei tracciatori fluorescenti e all’analisi dei volumi di aerosol trasmessi agli altri passeggeri da un manichino che simulava una persona infetta che respirava normalmente.
I passeggeri più esposti – incarnati da due recettori – sono risultati i due al lato e quelli direttamente davanti e dietro: tuttavia, per assorbire una carica virale sufficiente per un contagio servirebbero 54 ore di volo.