Previsioni Meteo: bel tempo, sole e clima primaverile al Sud. Quando potrebbe cambiare qualcosa?

Previsioni Meteo: l'alta pressione si annuncia particolarmente tenace per diversi giorni sulle regioni meridionali. Ecco quando potrebbe tornare qualche insidia anche al Sud

MeteoWeb

Previsioni Meteo – L’alta pressione, oramai insediatasi già da qualche giorno sul Mediterraneo centrale, potrebbe mostrarsi piuttosto tenace, in particolare sulle nostre regioni meridionali. Dalle indicazioni modellistiche, infatti, non trapelano segni di cedimenti anche per  gran parte della settimana prossima. Benché verso metà settimana, un lieve cedimento della struttura depressionaria ci sarà a opera di una maggiore incidenza di correnti più umide occidentali, essa non comprometterà il tempo su buona parte del Sud Italia, o perlomeno non in maniera significativa: semmai vanno computate un po’ di nubi in più sulle aree tirreniche, soprattutto costiere tra la Campania e la Calabria, magari non escluso del tutto anche qualche occasionale pioggia su questi settori, ma mediamente debole e decisamente localizzata.

Nella sostanza, il tempo stabile anticiclonico e anche piuttosto mite dovrebbe continuare, sulla gran parte delle regioni meridionali, almeno fino al 6/7 novembre. Da quelle date, però, più verosimilmente nel corso del fine settimana 7/8 novembre, qualcosa potrebbe cambiare anche per le nostre regioni più a Sud. Non si prospettano grossi stravolgimenti barici, tuttavia potrebbe avere luogo una migrazione dei massimi pressori verso i settori centro occidentali e settentrionali del nostro bacino e anche verso il Centro Ovest Europa, con un certo svuotamento di geo-potenziali alle quote medio-alte, soprattutto in corrispondenza dei settori del basso Adriatico, meridionali peninsulari e ionici. 

Una manovra che comporterebbe un ingresso progressivo, dal 7 al 8 novembre e fino al 10 novembre, di correnti più fresche nord-orientali verso le nostre regioni più a Sud, correnti che localmente potrebbero determinare,  oltre che un più diffuso aumento di nubi e un moderato calo termico, anche qualche pioggia in più. Come evincibile dalla  mappa precipitazioni allegata, le aree più interessante da qualche precipitazione potrebbero essere quelle pugliesi costiere e meridionali, anche parte del Gargano, le coste sudorientali molisane, i settori appenninici lucani o tra Lucania e Campania, diffusamente la Calabria e le aree settentrionali e orientali siciliane.  Si tratterebbe in gran parte di fenomeni deboli irregolari ma, temporaneamente sul Crotonese e sui settori ionici calabresi, anche di moderata intensità. Tempo migliore nel frattempo sul resto d’Italia, ma con nubi in aumento sulle aree di Nordovest e tirreniche in genere, per una possibile progressiva incidenza di aria umida e moderatamente instabile atlantica verso il 10 novembre. 

La redazione di MeteoWeb, continuerà a monitorare il tempo sul medio-lungo periodo, apportando quotidiani aggiornamenti.