Previsioni Meteo: dall’8-9 novembre potrebbero tornare condizioni più instabili e fredde

Previsioni Meteo: primi fastidi instabili intorno al 4/5 novembre, ma cambio di passo più deciso verso l'instabilità sul finire della prima decade e verso metà mese. Le ultimissime

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Troviamo conferma anche nell’analisi quotidiana sull’evoluzione del tempo nel medio lungo periodo, circa un proseguimento dei condizioni di prevalente stabilità per buona parte della prima settimana di novembre, eccettuata la fase 4/5 del mese, quando una lieve circolazione instabile sud-occidentale potrebbe temporaneamente interrompere il dominio anticiclonica e portare qualche pioggia sulle regioni settentrionali, tuttavia poco incidente sul resto della penisola. Secondo le ultime simulazioni modellistiche, fino al 7 e 8 novembre noi ci sarebbero grosse novità circolatorio in linea generale sull’Italia, perlomeno in grado di arrecare una crisi più sostanziosa del tempo. Proprio a partire dal weekend 7/8, con buona probabilità, l’alta pressione potrebbe essere insidiata progressivamente da un’area depressionaria in prossimità della Penisola Iberica, via via in spostamento verso Est. Un’azione instabile atlantica che arrecherebbe correnti umide e instabili da Ovest, soprattutto verso le nostre regioni tirreniche e  via via settentrionali dove, quindi, arriverebbero più nubi e piogge più ricorrenti a iniziare proprio dall’ 8/9 e fino al 10/11 del mese. Sulle aree adriatiche e Ioniche, probabilmente anche su quelle di Nordest, con buona probabilità l’azione occidentale non arrecherebbe una instabilità significativa, salvo magari un buon aumento di nubi e qualche pioggia irregolare o localizzata. L’instabilità iberica, infatti, potrebbe essere riassorbita dal flusso principale subpolare verso il Nord Atlantico e seguita da una temporanea rimonta anticiclonica, in particolare sui settori centro-occidentali del continente.

A questo punto, anche se l’evoluzione appare ancora in embrione, quindi da confermare nel corso dei prossimi aggiornamenti, potrebbe realizzarsi un “reversal pattern” con possibile stravolgimento nella circolazione europea attraverso un trasferimento di anomalia positiva  verso l’Europa occidentale, specie Spagna, Francia e azione repentina di correnti più fredde scandinave, data una impostazione meridiana dell’alta su Ovest Europa, verso il Mediterraneo centro orientale. Il modello europeo, in definitiva, continua a proporre scenari instabili simil invernali dall’inizio della seconda decade e verso metà novembre. Naturalmente, allo stato attuale dei dati, si è solo in grado  di ipotizzare l’orientamento barico, non si hanno ancora elementi per quantizzare, in termini di freddo e potenziale instabile, l’incidenza di una tale manovra sull’Italia. Più verosimilmente, dall’8 9 novembre il tempo potrebbe tornare a cambiare in modo più significativo progressivamente su gran parte delle regioni, dapprima con azione atlantica e con ritorno di piogge più diffuse, a seguire, non escluso, anche con circolazione più fredda scandinava verso metà mese. La redazione di MeteoWeb continuerà a seguire l’evoluzione nel medio-lungo periodo, apportando quotidiani addensamenti.