Previsioni Meteo fino a metà settimana: tappeto di nuvole sull’Italia, qualche pioggia e nuovo peggioramento mercoledì

Previsioni Meteo: il maltempo concede una tregua, con fenomeni più deboli e localizzati tra oggi e domani. Perturbazione atlantica più intensa da domani sera-notte e nuovi rovesci e temporali più significativi. Ecco dove

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Anche l’ultimo fronte perturbato legato al possente sistema depressionario atlantico, che negli ultimi giorni ha letteralmente devastato con nubifragi e alluvioni diverse aree delle nostre regioni settentrionali,  ha oramai esaurito la sua azione, con il tempo che migliorerà decisamente un po’ ovunque, salvo fastidi locali. Ancora forti piogge da ieri pomeriggio sera e nella notte scorsa, in particolare sul Trentino Alto Adige, dove localmente sono caduti fino ad oltre 100 mm di acqua, con altre complicazioni di tipo idro-geologico sul territorio locale. Scrivevamo, tuttavia, di un tempo che in  gran parte è già migliorato con ampio soleggiamento e continuerà a essere in gran parte così, per oggi, anche se rimarranno residui addensamenti con locali rovesci sparsi. In particolare locali piogge potranno insistere su alcuni settori centro settentrionali toscani, ancora localmente sull’estremo Nordest, Friuli, su Ovest Valle d’Aosta, sull’Est Nuorese, in Sardegna, e anche sull’estremo Sud, tra il Sud della Puglia, la Calabria e localmente l’Est e Sud Sicilia, aree ioniche in genere, qui anche con qualche temporale più sostanzioso. 

Mattinata di domani con maggiore nuvolosità sui settori ionici, associata a locali rovesci o a qualche temporale in mare; qualche fenomeno occasionale sul Sud della Puglia, sul Crotonese, sulle estreme aree meridionali del Reggino. Possibili addensamenti anche sul Messinese, nel Nord Sicilia, o tra Messinese e Palermitano, anche qui con qualche rovescio, e qualche pioggia sul Lucchese, in Toscana, altrove mediamente asciutto e soleggiato. Dal pomeriggio di domani, però, martedì  6 ottobre, una maggiore nuvolosità con piogge e rovesci più intensi o anche locali temporali inizierà a riguardare la Toscana centro-settentrionale, il Levante Ligure, localmente anche la Sicilia centro-orientale e diverse aree della Calabria. Addensamenti su Ovest Alpi con locali rovesci e, occasionali, sul resto delle Alpi. Tempo ancora buono e ampiamente soleggiato altrove, seppure abbastanza ventilato. Più sensibile peggioramento nella sera di martedì e notte su mercoledì, dapprima su Centro Nuoto Toscana, soprattutto area Massa Carrara, Lucchese, Pistoiese, Livornese, anche Pisano, con rovesci e temporali anche forti; a seguire, nel corso della notte, rovesci e temporali più estesi in Toscana, anche verso Firenze, e altri verso il Lazio, l’Umbria, l’Ovest Abruzzo; moderati o forti anche sull’alto Adriatico, sulla Venezia Giulia, sul Friuli e localmente fenomeni sui settori alpini. La giornata di mercoledì sarà quella con precipitazioni più diffuse al Centro Sud, all’insegna di rovesci e temporali sin dal mattino su Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, più intensi in giornata sulla Campania, qui anche forti sul Salernitano o tra Napoletano e Salernitano. Via via piogge e temporali anche su diverse altre aree del Sud peninsulare, i particolare sulla Calabria tirrenica, localmente sulla Lucania, sulla Puglia e soprattutto sullo Ionio in mare, dove saranno possibile anche temporali forti verso il mattino di giovedì. Qualche rovescio sul Messinese, altrove al Sud fenomeni più deboli o anche assenti.  Sempre per il corso di mercoledì 7, addensamenti con locali rovesci e qualche temporale anche sul medio Adriatico, altri deboli e residui al Nordest, tempo decisamente più stabile e soleggiato sul medio-alto Tirreno, sul resto del Nord, sul resto della Sicilia e anche sulla Sardegna. Le temperature sono attese stazionarie sotto la media su gran parte del paese, Salvo ancora un po’ sopra la media sull’estremo Sud, ma anche qui in calo e più o meno verso la media intorno a metà settimana. Per monitorare la situazione meteo, ecco le migliori pagine del nowcasting: