Previsioni Meteo, FOCUS sul maltempo che colpirà il Sud tra Domenica sera e Lunedì

Previsioni Meteo: si alleggerisce, in parte, il potenziale perturbato. Ecco uno ZOOM sulle aree più colpite da possibili fenomeni violenti

MeteoWeb

Previsioni Meteo – La fase di maltempo attesa da domenica e verso lunedì è confermata per molte regioni italiane. Le dinamiche che lo comporterebbero rimangono grosso modo le medesime esaminate anche negli ultimi aggiornamenti, tuttavia, dagli ultimissimi dati serali, emergono lievi modifiche nella struttura tali da comportare uno spostamento dell’asse più perturbato un po’ più verso Est, ossia verso le regioni balcaniche e dell’ ex Jugoslavia, probabilmente con incidenza minore verso le nostre aree meridionali. Nella sostanza, l’affondo perturbato sarebbe ancora più centrale, con il cavo depressionario incidente, nella fase clou, proprio sulla penisola , verso il basso Tirreno, Calabria, Sicilia e poi in più rapida evoluzione, a mo’ di pendolo, verso Est. L’azione del nucleo centrale depressionario più diretta sul basso Tirreno, comporterebbe un avvezione di vorticità positiva più esasperata lungo l’ascendente depressionario che punterebbe, secondo le nuove dinamiche serali, appunto le aree balcaniche e dell’ex-Jugoslavia.

Beninteso, un diffuso maltempo su tutte le nostre regioni meridionali e anche del medio-basso Tirreno si realizzerebbe comunque, tuttavia rispetto ai dati senz’altro più “cattivi” prospettati negli aggiornamenti precedenti, questi ultimi deporrebbero per un maltempo meno esasperato, all’insegna di rovesci, temporali e anche qualche occasione per locali nubifragi, ma meno insistenti e irruenti. Sarebbero stimati accumuli, entro fine evento, ossia entro lunedì sera o notte su martedì, frequentemente sui 20/30/40 mm tra il Lazio, la Campania, specie occidentale, e poi la Calabria tirrenica, meridionale e gran parte della Sicilia; magari localmente si potrebbero raggiungere anche i 50-60 mm su questi settori, ma spalmati in diverse ore e con rischio di eventuali dissesti meno pronunciato. Resterebbe ancora un’area a rischio fenomeni più violenti, e sarebbe la Puglia meridionale, il Salento, dove le precipitazioni potrebbero insistere per più ore e potrebbero manifestarsi anche in forma più pesante con possibili accumuli anche verso gli 80/100 mm e qui con qualche rischio di allagamenti lampo. Aggiornamento serale, quindi, un po’ meno pesante, rispetto a quelli dei giorni scorsi e fino a questa mattina, ma la struttura perturbata rimane importante nelle simulazioni modellistiche e basterebbero piccoli spostamenti di asse per comportare un nuovo aumento di rischio disseti per le nostre aree, specie ioniche e del basso Adriatico.
La redazione di MeteoWeb, continuerà a monitorare l’evoluzione legata a questo ennesimo, significativo peggioramento nord-atlantico verso l’Italia e in particolare verso le regioni meridionali tra domenica sera è l’inizio settimana prossimo, apportando quotidiani aggiornamenti.