Previsioni Meteo per il weekend di Ognissanti: alta pressione, bel tempo e clima più mite

Previsioni Meteo: l'anticiclone andrà potenziandosi nei prossimi giorni, mostrandosi più forte proprio nel fine settimana di Ognissanti. Possibile qualche locale fastidio verso il 2 novembre. I dettagli

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Si chiude con oggi l’azione perturbante legata all’ennesimo affondo depressionario nord-atlantico in questo ottobre e che ha avuto come obiettivo proprio il Mediterraneo centrale e l’Italia. Ultime piogge questa sera-notte sul basso Tirreno, in particolare tra il Reggino e il Messinese, qualche addensamento nella notte e domattina su Centro Nord Toscana, anche qui con qualche pioggia sparsa, ma sul resto del paese  inizierà a prendere corpo l’alta pressione che, via via, invaderà tutto il territorio. Entro il fine settimana, sono attesi i massimi di pressione tra l’Italia, il Mediterraneo centro-occidentale, la Spagna e anche la Francia. Una struttura anticiclonica che potrebbe avere una durata abbastanza lunga, si calcola mediamente intorno ai 10 giorni  o anche per gran parte della prima decade di novembre, sebbene per qualche fase interrotta da temporanee infiltrazioni più umide atlantiche, queste soprattutto intorno al 4/5 novembre e di più sulle regioni settentrionali. 

Insomma un ponte di Ognissanti sostanzialmente all’insegna della stabilità e del bel tempo ampiamente soleggiato su gran parte del paese. Andrebbero rilevate, però,  nubi basse e anche locali nebbie o foschie, indotte da umidità marittime, sulle coste del medio alto Tirreno e sulla Liguria e forse nubi un po’  più compatte temporaneamente sulla Toscana centro settentrionale dove, proprio tra l’1 e il 2 novembre, potrebbe aversi una maggiore copertura del cielo e magari anche con qualche debole pioggia associata. Naturalmente si tratterebbe di debole instabilità localizzata, non derivante da variazioni bariche, piuttosto da peculiari esposizioni a umidità marittime tipiche di quell’area dell’Alto Tirreno. Un ponte di Ognissanti, per di più, decisamente più mite  rispetto ai valori attuali, con un aumento termico mediamente di 4/5°C in maniera piuttosto uniforme su tutto il territorio e valori massimi diffusamente sui +18/+23°C in pianura, magari qualche punta anche oltre localmente.