Sesso occasionale, nuove esperienze virtuali e tanto altro: come non fare a meno del piacere durante il coronavirus, i consigli dell’esperta

Il sesso ai tempi del coronavirus, come fare per non rinunciarci: i consigli dell'esperta sessuologa durante l'emergenza Covid-19

MeteoWeb

Il coronavirus è il protagonista assoluto del 2020: da mesi ormai il mondo intero vive condizionato da questa terribile pandemia. Non solo gel igienizzante, mascherine e tanti altri accorgimenti da seguire quotidianamente uscendo di casa, per recarsi al lavoro, fare shopping o fare la spesa, ma il covid-19 ha cambiato le vite di tutti noi anche nel nostro… intimo.

Una delle tematiche più cercate durante l’emergenza coronavirus è il sesso, con i suoi cambiamenti: tra astinenza, innovazione e igiene. Tantissime le domande poste ogni giorno agli esperti in materia che, seppur sconsigliando l’astinenza predicano molta attenzione.

Il bacio è uno dei comportamenti sessuali più diffusi e a rischio in questo momento, perchè il virus si diffonde attraverso la saliva. Il bacio va bene solo quando siamo sicuri della saluta nostra e del nostro partner, per proteggerci e prevenire rispetto alle altre persone”, ha spiegato l’esperta Roberta Rossi.

E’ un periodo brutto per gli adolescenti, tutta la parte della scoperta sessuale del contatto ravvicinato è molto a rischio. Seguiamo le linee guida internazionali che raccomandano l’attenzione all’igiene, pulizia delle mani e del luogo, che sia ben ventilato, possibilmente avere contatti che non siano troppo ravvicinati, privilegiare gli accarezzamenti e la stimolazione reciproca, il tutto condito dalla mascherina. E’ normale il calo del desiderio in questo periodo, è quello che registriamo di più in questo momento. Avviene perchè viviamo una situazione pandemica mondiale, una situazione inedita per tutti noi. C’è stress, incertezza, mancanza di fiducia nell’avvicinarsi. E questo influisce sul disturbo o sulla diminuzione del desiderio” ha aggiunto la sessuologa.

Sesso occasionale? Non completamente annullato, ma è un sesso a rischio, non sappiamo tutti i passaggi dell’altra persona. Questo è il momento della cautela, non dobbiamo totalmente annullare la nostra motivazione dal punto di vista sessuale, ma trovare vie alternative che non siano quelle del contatto fisico diretto nella speranza che tutto si risolva in breve tempo. Sì alle nuove relazioni: tante sono le relazioni iniziate in questo periodo, via social. Quindi non dimentichiamoci che c’è una parte di attività sessuale virtuale che può essere portata avanti“, ha concluso.