Trieste Science+Fiction Festival: Mondofuturo decolla con l’astronauta ESA Luca Parmitano

Con l'astronauta italiano dell’Agenzia Spaziale Europea, il Festival della Fantascienza di Trieste vi porta verso la Luna e oltre

MeteoWeb

Anche quest’anno torna il Trieste Science+Fiction Festival – online sulla piattaforma mymovies e insieme al ricco programma cinematografico tornano gli incontri dedicati alla (fanta)scienza.

La mattina di sabato 31 ottobre è dedicata al mondo della scienza con l’astronauta ESA Luca Parmitano, la climatologa Serena Giacomin, il celebre fumettista creatore di Rat-Man Leo Ortolani, la giornalista scientifica Roberta Villa e Barbara Mazzolai direttrice del Centro di Micro-Biorobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Pontedera.

Una mattinata spaziale, ma non solo. Con l’astronauta italiano dell’Agenzia Spaziale Europea, che ha trascorso 366 giorni nello spazio nel corso di due missioni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, il Festival della Fantascienza di Trieste vi porta verso la Luna e oltre. Vi fa fare invece un viaggio indietro nel tempo con Leo Ortolani e il suo “Dinosauri che ce l’hanno fatta” (Laterza) e vi porta a caccia di bufale climatiche con Serena Giacomin che presenta il libro “Pinguini all’equatore” (De Agostini). E poi, spazio alla pandemia e all’infodemia con Roberta Villa, e al futuro della robotica con Barbara Mazzolai e i suoi progetti di robot che imitano le piante.  

(Le interviste saranno online sul canale youtube del Festival: https://www.youtube.com/watch?v=4dWuF7TRxDk&feature=youtu.be)

La mattina di domenica 1 novembre è dedicata alla fantascienza con l’astronauta e astrofisico Umberto Guidoni, lo scrittore americano Daniel Kraus, co-autore de “I morti viventi” (La Nave di Teseo), romanzo postumo di George A. Romero, i Van Orton, autori dell’immagine ufficiale del Trieste Science+Fiction Festival 2020, il cantautore Pino Donaggio, autore delle colonne sonore dei film di Brian De Palma, e Alfredo Castelli, l’ideatore di Martin Mystère, il detective dell’impossibile. 

(Le interviste saranno online sul canale youtube del Festival: https://youtu.be/IBHzQEMTP2Q)