Meteo, il 3-4 novembre 1980 una delle nevicate più precoci al Nord Italia: tanta neve in pianura, fino a 20cm in Emilia Romagna

Tra il 3 e il 4 novembre, super nevicate colpirono il Nord Italia: la neve scese fino in pianura, fino a 20cm si accumularono a Bologna

MeteoWeb

In questo inizio di novembre 2020, l’anticiclone domina sull’Italia e continuerà a farlo anche nei prossimi giorni. Ma il 3-4 novembre di 40 anni fa, la situazione era completamente diversa: nel 1980, una delle nevicate più precoci ha colpito il Nord Italia, scaricando accumuli ingenti. Anche quell’anno, l’inizio di novembre era stato mite, con temperature intorno a +9-13°C, ma dal 2 novembre iniziò la discesa di aria fredda sul Paese che fece abbassare rapidamente le temperature sulle regioni alpine. Nei 2 giorni successivi, tra 3 e 4 novembre, la neve scese fino in pianura.

Furono nevicate eccezionali sia per il periodo che per le quantità. Responsabile fu l’anticiclone scandinavo, una potente alta pressione a latitudini molto alte. Un anticiclone con massimo di 1040-1045hPa si era stabilito sulla Scandinavia, spostando poi il massimo sulla Finlandia e attivando la retrogressione di una saccatura proveniente dalla Russia. La perturbazione con aria molto fredda arrivò al Nord Italia il 3 novembre.

A circa 1500 metri arrivò una isoterma fino a -5°C in Emilia Romagna, e di ben -10°C sulle Alpi. Modena, per esempio, registrò una minima di +0,8°C e una massima di +2,2°C a Modena Osservatorio. +0,5°C e +2°C furono gli estremi a Bologna. La neve cadde su tutto il Nord da Forlì, a Milano, Alessandria e Verona: si registrarono fino a 20cm a Bologna, 15cm a Cremona, Piacenza, Imola e Faenza, 10cm nel Cuneese, a Forlì, Lugo, Reggio Emilia e Brescia, 5cm a Mantova, Rovigo, Cesena, Ferrara, Modena e Pavia.