Straordinario ritrovamento archeologico in Cina: scoperta una tomba con cinque corpi, furono sepolti vivi [FOTO]

Nella tomba sono stati rinvenuti anche gli scheletri di cinque persone, tra le quali un uomo e quattro donne intorno ai 30 anni di età, sepolte vive con i morti in un atto di sacrificio umano.

/
MeteoWeb

Una equipe di archeologi cinesi ha scoperto un’antica tomba risalente al quinto secolo a.C., ovvero la tarda fase del periodo della storia cinese cosiddetto delle Primavere e degli Autunni (770-476 a.C.). Il rinvenimento è avvenuto presso il cimitero Xuyang di Luoyang, nella provincia centrale cinese dell’Henan. Si pensa che la tomba sia di un nobile o un reale della popolazione Luhun Rong, un gruppo etnico che emigro’ dal nord-ovest e si stabili’ in Cina centrale durante quel periodo. Wu Yeheng, che dirige il sito archeologico, ha dichiarato che nella tomba, in ottimo stato conservazione, gli archeologi hanno rinvenuto campane, ornamenti di giada e anelli, circondati da scheletri di cavalli e carri da essi trainati.

Secondo Shi Jiazhen, direttore dell’Istituto per i reperti cultuali e l’archeologia di Luoyang, la tomba conserva preziose testimonianze delle tradizioni funebri della popolazione Rong e della cultura delle pianure centrali cinesi, che seguono il tratto medio e inferiore del Fiume Giallo, dati gli oggetti funerari in bronzo oltre ai teschi e agli zoccoli di cavalli, dei buoi e delle pecore ritrovati accanto ai carri. Liu Qingzhu, archeologo dell’Accademia cinese delle Scienze sociali, ha dichiarato che la scoperta della tomba conferma per l’emigrazione della popolazione Luhun Rong. Liu ha precisato che la tomba mostra la vita sociale dell’epoca cosi’ come l’integrazione e l’evoluzione culturale, e dunque è una prova concreta dell’inclusività della civiltà cinese.

Nella tomba sono stati rinvenuti anche gli scheletri di cinque persone, tra le quali un uomo e quattro donne intorno ai 30 anni di età, sepolte vive con i morti in un atto di sacrificio umano. Secondo Wang Minghui, un altro ricercatore dell’accademia, il rinvenimento necessita di ulteriori studi sul sacrificio umano nella tombe, dato che la crudele pratica della sepoltura sacrificale cessò di esistere durante il Periodo delle Primavere e degli Autunni.

Questa scoperta è la più recente di resti Rong avvenuta nelle pianure centrali. I lavori di scavo al cimitero sono iniziati nel 2013, con 150 tombe finora scoperte, di cui 12 di grandi e medie dimensioni. Il periodo storico degli Autunni e delle Primavere, fra ottavo e quinto secolo avanti Cristo, deve il suo nome a quello delle cronache redatte nel regno Lu, associato alla figura di Confucio, che lo descrissero, durante il quale le guerre tra stati rivali erano all’ordine del giorno.