Coronavirus, de Magistris, “Siamo seduti sopra un vulcano ma Roma non lo sa”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: "Siamo seduti non sotto un vulcano, ma sopra. La citta è una polveriera"

MeteoWeb

Siamo seduti non sotto un vulcano, ma sopra. La citta è una polveriera e temo che a Roma non ne siano consapevoli”: lo ha affermato, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a La Stampa.
Secondo il primo cittadino, Napoli “è una città anarchica con la sua resilienza, qui c’è una economia informale che negli ultimi anni era cresciuta grazie al turismo. Questi mesi l’hanno fiaccata. La gente è sconcertata, seriamente preoccupata e anche in tensione per il futuro“.
Il sindaco non nasconde la sua preoccupazione per le infiltrazioni di “frange violente” in una situazione difficile come quella del capoluogo partenopeo, così com’è accaduto nella notte dell’annuncio del “lockdown unilaterale senza ristori“: “Dobbiamo evitare che dalla pandemia sanitaria si cada nella pandemia sociale ed economica che qui come altrove potrebbe diventare anche pandemia criminale“.