Coronavirus e nuovo DPCM, Toti: “La stretta sia una scelta politica e non di un algoritmo”

Nuovo DPCM, il governatore Toti: "Mettere tutto dentro un calderone che con un algoritmo dovrebbe dare la soluzione perfetta è impossibile"

MeteoWeb

Sull’eventuale passaggio della Liguria a zona arancione o rossa “sono disponibile a valutare la situazione, non ho paura di assumermi responsabilità, ne posso discutere tranquillamente con il ministro Speranza. Ma non tiriamo in ballo la qualità dei dati: se vogliamo valutare decisioni magari su base locale per stare più tranquilli, facciamolo, ma sapendo che si tratta sempre di scelte politiche“: lo ha affermato, in un’intervista al Corriere della Sera, il governatore della Liguria, Giovanni Toti. “Per decisioni politiche, intendo che le valutazioni sono sempre fatte tenendo conto di tanti fattori: la situazione sanitaria, il territorio, le esigenze economico-sociali… Mettere tutto dentro un calderone che con un algoritmo dovrebbe dare la soluzione perfetta è impossibile“.
E’ sempre la politica a decidere. Trattamento diverso tra Regioni di destra e sinistra? Non penso assolutamente che le scelte siano dovute a partigianeria“.