Coronavirus in Sicilia, il dirigente della pianificazione strategica: “False cartelle per non dare posti Covid, diagnosi inventate”

"Pur di non svuotare alcuni reparti, c'è chi ha scritto nelle cartelle cliniche diagnosi inventate, ne ricordo una che parlava di tubercolosi, ma non era vero"

MeteoWeb

Mario La Rocca e’ il dirigente generale della pianificazione strategica dell’assessorato alla Salute in Sicilia, , finito nel ciclone per alcuni audio in una chat tra manager della sanita’, pubblicati da La Sicilia. La Rocca parla di “ostruzionismo” da parte di alcuni medici per impedire l’attivazione di posti per malati di Coronavirus e di dirigenti generali di ospedali “incapaci” di applicare il piano del governo Musumeci per l’aumento dei posti.

Pur di non svuotare alcuni reparti, per destinare i posti letto ai pazienti Covid, c’e’ chi ha scritto nelle cartelle cliniche diagnosi inventate, ne ricordo una che parlava di tubercolosi, ma non era vero“, ha detto La Rocca all’ANSA.