Coronavirus, Sileri: “Serie A a rischio? Con il rispetto delle regole vedremo la fine del tunnel”

Sileri: i calciatori "devono usare le stesse regole di tutte le altre persone, quindi il distanziamento e l'uso della mascherina"

MeteoWeb

Questo è il momento peggiore che stiamo vivendo, ma da qui in avanti con il rispetto delle regole e con questo monitoraggio stretto vivremo forse altri cinque-sei mesi di difficoltà ma andremo verso la fine del tunnel“: lo ha affermato il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto ieri a ‘Tiki Taka – La Repubblica del pallone”, il talk show sportivo condotto da Piero Chiambretti, in riferimento al rischio del calcio e della serie A di fermarsi a causa dei molti contagi. Per quanto riguarda il ritorno dei tifosi allo stadio “quando avremo il vaccino la situazione tornerà progressivamente verso la normalità. Dobbiamo aspettare ancora qualche mese e dobbiamo aspettare le certificazioni dell’ente regolatorio europeo per i vari vaccini. Una volta avuto l’ok inizierà la distribuzione. È chiaro che le prime dosi andranno riservate per i più fragili e per gli operatori del settore. Poi progressivamente la campagna vaccinale verrà estesa a tutti“. I calciatori “devono usare le stesse regole di tutte le altre persone, quindi il distanziamento e l’uso della mascherina. Molti però sono positivi e non malati e verosimilmente facendo tantissimi controlli è più probabile scoprirne la positività. Ma credo che l’andamento dei contagi nel calcio sia in linea con quello della popolazione generale, soprattutto con quella giovanile“.